L’adolescenza snodo decisivo Convegno alla Casa di Nazareth

L’adolescenza: periodo cruciale della vita verso l’età adulta
L’adolescenza: periodo cruciale della vita verso l’età adulta
27.08.2018

«Teen-world, un viaggio nel multi-verso adolescenza» è il tema del convegno organizzato dall’Opera Famiglia di Nazareth, fondata da padre Igino Silvestrelli del clero di Verona nel 1956, a Bosco Chiesanuova nella Casa di Nazareth: si terrà dal 2 al 5 settembre e vuole essere un contributo, un’occasione di formazione, una tappa ecclesiale in preparazione al Sinodo dei Vescovi che si celebrerà in ottobre a Roma sul tema «Giovani, fede e discernimento», aperta a tutti, in particolare ai sacerdoti, religiosi e religiose che operano nel delicato settore giovanile. Il convegno che si fa annualmente a Solane di Fumane, nella Casa Madre, per quest’ anno si stabilisce a Bosco Chiesanuova per celebrare in quella casa, la prima dell’Opera di Nazareth, il sessantesimo anniversario dell’inizio dell’attività tipica e primaria dell’istituto a favore degli adolescenti (1958-2018), la Settimana di orientamento spirituale che vuole dare ai partecipanti un’illuminazione che li diriga verso Dio e li plasmi moralmente nel periodo decisivo della vita. L’esperienza si realizza non in sostituzione dei cammini parrocchiali e diocesani, ma come loro integrazione, complementarietà e corresponsabilità. A padre Silvestrelli va il merito di aver focalizzato profeticamente nella Chiesa italiana il problema pastorale degli adolescenti, con i suoi tanti scritti e convegni in tutta Italia, in un tempo (gli anni Sessanta) in cui alla categoria non si dava l’attenzione dovuta. Altra opera tipica a cui la congregazione dei Servi di Nazareth si dedica è la cosiddetta Missione Giovani che intende esprimere la Chiesa in uscita alla ricerca capillare, nel tessuto del territorio parrocchiale, i giovani «dispersi» e intende offrire un’intensa esperienza di Cristo ed ecclesiale insieme. Si comincia domenica 2, alle 21.30, con «Teen- tour - digital intro» con don Gianmaria Peretti, responsabile pastorale giovanile dell’Opera Famiglia di Nazareth Lunedì 3, a partire dalle 9.30, sono previsti più incontri: «Time for change, pre-adolescenza» con la dottoressa Giulia Comper, educatrice per pre-adolescenti, laureanda in psicologia clinica e di comunità); «Il pendolo e la giostra, processi di sviluppo adolescenziali» con la dottoressa Giuliana Guadagnini, sessuologa e psicologa del Punto di ascolto provinciale dell’Ufficio Scolastico di Verona, docente Iusve; «Bassa risoluzione: immagine- flusso e corpo-packaging» con don Giovanni Fasoli, sacerdote dell’Opera Famiglia di Nazareth, psicologo clinico ed educatore sociale, docente Iusve; «L’adolescenza come esodo: cammino, promessa e legge», intervento di monsignor Franco Brambilla, vescovo di Novara. Alle 19 si chiude la giornata con la messa. Martedì 4, alle 9.30, si riprende con «Stili di attaccamento» con la dottoressa Giulia Squaranti, psicologa clinica; si prosegue con «Hard identity work: costruzione dell’identità maschile/femminile e violenza intra-familiare» con la dottoressa Barbara Facinelli, psicologa clinica, «Sentimento e sesso» con la dottoressa Monica Pilla, psicologa clinica, «Quando “finisce” l’adolescente? Quando “inizia” l’ adulto?» con don Gianmaria Peretti, «Spezzoni di film, adolescenza e dinamiche familiari» con il professor Nicola Giacopini, sacerdote, psicoterapeuta, direttore Università Iusve, «Cibo» con il professor Lino Rossi antropologo, psicologo, criminologo, docente Iusve, «Aggressività & violenza» con Lino Rossi, «Addicted, vecchie e nuove dipendenze» con la dottoressa Elisabetta Schiesari, laureata in psicologia clinica e di comunità, ed «Evangelizzare gli adolescenti: come?» con don Gianpaolo Melchiori, direttore del Centro di Pastorale giovanile di Verona. Alle 19 la messa. Per informazioni e iscrizioni: 045.7050051, cdnsolane@gmail.com. •