Est
Vai a
Vai a

Erbezzo, gli eritrei
andati via dalla base
«sono già all'estero»

L'ingresso della base
L'ingresso della base
 
Vittorio Zambaldo14.11.2017

 Non sono rientrati all’ex base Nato di Vaccamozzi, diventata un Centro di accoglienza straordinaria (Cas), gli otto migranti che domenica notte si sono incamminati verso Verona con l’intenzione di raggiungere Milano o Roma.

«Abbiamo cercato di convincerli in tutte le maniere ma non c’è stato verso di poterlo fare né noi né gli ispettori della questura di Verona dove gli otto erano stati portati», riferisce Andrea Montagnini, responsabile di Versoprobo, la cooperativa sociale che ha in gestione il Cas dell’ex base di Vaccamozzi. «Sono eritrei che fra gli africani è un’etnia particolare che vede l’Italia come luogo di passaggio breve per poter raggiungere i paesi del Nord Europa dove vivono comunità più numerose e strutturate», aggiunge Montagnini.

«Loro non capiscono tutte le nostre necessità burocratiche: chiedono solo di passare indisturbati e di andarsene dove hanno persone che conoscono che li stanno aspettando.  Non essendo possibile obbligarli a tornare al Centro sono stati lasciati andare. Credo che a quest’ora siano già all’estero». A Vaccamozzi sono presenti al momento 26 migranti.  Al sindaco Lucio Campedelli è stato assicurato che al momento non sono previsti altri inserimenti.

CORRELATI
Condividi la notizia