Via IV Novembre la volta buona per cantar vittoria

Via IV Novembre nel suo punto più stretto FOTO PECORA
Via IV Novembre nel suo punto più stretto FOTO PECORA (BATCH)
Renzo Gastaldo13.01.2018

 Sarà davvero il 2018 l’anno nel quale l’amministrazione comunale di San Giovanni Lupatoto interverrà per la riqualificazione di via 4 Novembre, la strada che collega il capoluogo con la frazione di Pozzo? Sembra proprio di sì, stando alle parole pronunciate in Consiglio comunale dall’ assessore ai lavori pubblici Fabrizio Zerman e ai contenuti del programma delle opere pubbliche per il triennio 2018-2020. Il piano delle opere pubbliche prevede per quest’anno l’intervento di sistemazione della via definendo la spesa e i tempi. L’esborso per la sistemazione della strada è fissato in 350mila euro con approvazione del progetto esecutivo entro il primo trimestre di quest’anno, l’inizio delle opere entro il terzo trimestre 2018 e la loro conclusione entro il mese di marzo 2019. Esplicite le dichiarazioni in consiglio dell’assessore Zerman: «Abbiamo già un progetto avanzato dell’opere per cui ritengo che già quest’ anno riusciremo ad avviare i lavori». In risposta alla domanda del consigliere civico di opposizione Alessandro Perbellini che chiedeva delucidazioni sul senso della circolazione stradale, Zerman ha fornito ulteriori dettagli: «Il progetto rivede quanto predisposto in precedenza nel senso che non ci sarà più l’ipotizzato senso unico per tutto il tratto compreso fra l’inizio della via 4 novembre dalla piazza centrale fino all’incrocio con via Bellini», ha precisato. «Noi abbiamo mantenuto il doppio senso di circolazione sulla via 4 Novembre e soltanto per il pezzetto più stretto, lungo 40 metri, è previsto il senso unico alternato. A me sta però a cuore questa progettazione perché sarà un rifacimento importante con interventi sui marciapiedi, zone di sosta e illuminazione e finalmente anche la via potrà diventare centro del paese non una via di scorrimento». Nell’ottobre scorso la giunta comunale aveva fatto la sua scelta sul futuro assetto del primo tratto di via IV Novembre, strada da anni al centro di dibattiti e prese di posizione antitetiche fra chi voleva il senso unico e chi lo osteggiava. La delibera di giunta confermava che l’amministrazione comunale intendeva riqualificare la via che conduce verso Pozzo «mediante l'istituzione di un senso unico di marcia alternato nel primo tratto della via, il rifacimento completo dei marciapiedi, la realizzazione di alcuni parcheggi, l’installazione di dissuasori acustici e di dossi per ridurre la velocità, la posa di alcuni alberelli e la sostituzione di tutti i corpi illuminanti». Per quanto attiene ai marciapiedi è previsto il rifacimento completo degli stessi con allargamento fino a un metro e mezzo dove la larghezza della sede stradale lo consente e tratti con larghezza minima pari a un metro nei punti dove la strada è più stretta, ciò per non andare a ridurre la larghezza della carreggiata oltre i 6 metri minimi (considerando il transito di autobus e di eventuali mezzi di soccorso). È anche prevista la realizzazione di alcuni parcheggi lato strada e per il tracciato rettilineo dei circa 400 metri della via «la realizzazione di un percorso sinuoso dall'andamento curvilineo nella percorrenza al fine di ridurre la velocità di transito e aumentare la sicurezza per l'utenza debole (pedoni e ciclisti)». La nuova sede stradale presenterà la carreggiata per il traffico veicolare della larghezza minima pari a 6 metri. Durante l'intervento si provvederà a ripristinare e rifare il manto di usura in conglomerato bituminoso, provvedendo all'eventuale installazione di alcuni dissuasori acustici. Nel tratto di strada in oggetto si prevede la realizzazione di tre dossi per consentire anche l'attraversamento pedonale e il collegamento fra marciapiedi. •