Picchia con un candelabro la compagna
e minaccia i carabinieri: arrestato

I carabinieri fuori dalla roulotte
I carabinieri fuori dalla roulotte
08.07.2018

Picchia la compagna e si scaglia contro i carabinieri: arrestato un trapanese di 55 anni. 

Tutto è iniziato alle 19 circa, quando arriva una chiamata al 112 da parte di una donna che segnala di aver assistito a un’aggressione da parte di un uomo ai danni della sua compagna. II carabinieri del Radiomobile di Verona e della stazione di San Giovanni Lupatoto trovano la coppia in una roulotte nel comune lupatotino.

Lì c'è una donna di 51 anni con il volto tumefatto e sporco di sangue. Accanto a lei, seduto al tavolo, un uomo: visibilmente ubriaco, alla richiesta da parte dei militari di esibire un documento, risponde di non voler consegnare proprio niente, di non ricordarsi il proprio nome, anzi minaccia dicendo (agli stessi carabinieri) che avrebbe chiamato il 112 se non fossero andati subito via.

A quel punto uno dei militari prende sotto braccio la donna ferita, la allontana da lui e la porta a pochi passi di distanza per farla rasserenare e sfogare: ma questa scena fa andare l'ubriaco fuori di sè. Si avventa contro il militare e prova a strattonarlo e spintonarlo: viene però immediatamente bloccato e ammanettato. 

 

Nel frattempo la vittima riferisce che da tempo viene picchiata dall’uomo, suo convivente, spesso ubriaco. Ieri sera aveva scelto un candelabro di grandi dimensioni per picchiarla. L'uomo è ora in camera di sicurezza, atteso per domani il rito direttissimo in Tribunale.

Primo Piano
 
Al via il progetto "Il Po d'aMare"

A Zevio e Legnago
le plastiche
"pescate" nel Po

Condividi la Notizia