I Sergi in festa per stare insieme e per preservare il loro nome

Il più illustre dei Sergio in Italia: il presidente Mattarella
Il più illustre dei Sergio in Italia: il presidente Mattarella
Luca Belligoli 28.05.2018

La diciottesima festa dell’ associazione «I Sergi», presieduta dal bussolenghese Sergio Fumaneri si è svolta con successo al ristorante Merica di Sommacampagna e ha visto la partecipazione di circa 150 Sergio e Sergia appartenenti alla «Gens Sergia» che hanno risposto all’appello «Sergio chiama Sergio». L’associazione conta 52 componenti in tutta la provincia. Ma nel Veronese le persone di nome Sergio sono circa quattromila. Meno numerose le donne: una quarantina le Serge finora segnalate. Esistono anche alcune coppie di Sergio e Sergia come quella formata da Sergia Pasetto e Sergio De Nardi che si sono sposati 58 anni fa dopo essersi conosciuti sul posto di lavoro alle officine Perusi. «Questa nostra iniziativa, fin dalla prima edizione, ha sempre avuto finalità benefiche. Raccogliamo fondi per associazioni umanitarie gestite da Sergi o Sergie, che operano in associazioni assistenziali. Questa annuale riunione è anche comunque una simpatica occasione di convivialità», ha spiegato Fumaneri. «L’associazione sta operando perché questo nostro nome di antiche e nobili origini, non cada in disuso», aggiunge, «questa nostra iniziativa però va rilanciata. Io e pochi altri dobbiamo farci carico dell’organizzazione e chiediamo più collaborazione da parte dei nostri omonimi». Il sogno delle Serge e Sergi era di avere ospite a pranzo il loro omonimo Sergio Mattarella Presidente della Repubblica, alle prese in queste settimane con le spinose questioni per la formazione del Governo. «Il Presidente non è potuto venire a causa dei suoi numerosi impegni istituzionali», ha precisato Fumaneri, «per noi comunque è già una grande soddisfazione avere un nostro omonimo al Quirinale, a ricoprire la più alta carica dello Stato. Per questo non appena è stato eletto, noi del Comitato provinciale dei Sergi, abbiamo inviato al Presidente Sergio Mattarella una lettera di felicitazioni e di auguri». Alla festa dei Sergi è usanza consegnare gli attestati di Gran Servitore. Uno dei significati Sergio è, infatti, «servitore» ma anche «seminatore, custode e curatore». IL RICONOSCIMENTO è stato attribuito a Sergio Bertoldi, titolare del ristorante Merica, ospite della festa, e poi al cavalier Sergio Conati, attivo in numerose iniziative sociali, a Sergia Longo imprenditrice e, infine, a Sergio Cremonese musicista. «Tutte queste persone, hanno dimostrato, oltre a notevoli capacità», ha concluso il presidente Fumaneri, «anche invidiabili qualità umane, contribuendo a dare prestigio e visibilità al nome Sergio. Diamo a tutti i Sergi e Serge appuntamento al prossimo anno. La diciannovesima Festa dei Sergi si svolgerà domenica 31 marzo». E come sempre, il presidente Mattarella è invitato. •