«Marocchini di m...»
Quattro ragazzi
inseguiti e pestati

Il tribunale di Verona
Il tribunale di Verona
18.01.2019

Un evento organizzato in una discoteca, l’Epoca di Bussolengo, si è trasformato in un incubo per quattro giovani originari del Marocco. Perchè furono inseguiti da una ventina di ragazzi che, all’urlo: «Sono loro.... Marocchini di m... Uccidiamoli e Rimandiamoli al loro Paese», lanciarono contro l’auto bottiglie vuote e colpirono in faccia l’unico maggiorenne (che aveva il segno della fibbia della cintura su una guancia, un colpo così violento che gli mandò in frantumi anche l’apparecchio).

I tre minorenni (suo fratello e due amici) riuscirono a rifugiarsi in un bar anche se due di loro riportarono traumi (una piccola abrasione alla spalle e un trauma al collo). L’intervento dei carabinieri impedì il seguito.

Lesioni aggravate dalla circostanza di essere state commesse per finalità di discriminazione o di odio etnico e propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica le accuse mosse a sei giovani di età compresa tra i 24 e i 21 anni. Cinque hanno chiesto di fare lavori socialmente utili, uno patteggerà.