La scuola dell’acqua secondo l’Ags

I bimbi a lezione della risorsa d’acqua con l'Azienda gardesana servizi
I bimbi a lezione della risorsa d’acqua con l'Azienda gardesana servizi
Emanuele Zanini 29.08.2018

Sensibilizzare bambini e ragazzi alla tutela dell’acqua come bene prezioso, fornire loro gli strumenti per utilizzarla al meglio e senza sprecarla. È uno degli obiettivi che sta alla base di «Ags Water Academy», il progetto didattico di Azienda gardesana servizi ideato per le scuole del territorio ed in particolare verso gli alunni delle elementari e medie dei venti Comuni gardesani soci della società. Grazie all’iniziativa, presentata ieri mattina dal presidente di Ags Angelo Cresco con il direttore Carlo Alberto Voi, dal presidente di Depurazioni benacensi Fiorenzo Lorenzini con il direttore Mario Giacomelli, i giovani studenti potranno visitare le fonti d’acqua, gli impianti di depurazione e imparare come funziona il ciclo integrato dell’acqua. I tecnici di Ags andranno direttamente nelle classi a illustrare agli scolari come funziona il ciclo dell’acqua e come lavora Ags. In collaborazione con i Comuni, verranno organizzate anche uscite didattiche in cui i ragazzi potranno visitare le sorgenti, gli impianti, i depuratori e verrà spiegato loro come funzionano, come viene depurata e gestita l’acqua che poi arriva nelle loro abitazioni. Nel primo appuntamento – pilota una sessantina di bambini della scuola elementare di Peschiera, dopo una lezione in classe, guidata dai tecnici, ha visitato il depuratore e poi l’area di pozzo Zuccotti, a Castelnuovo, in cui Ags ha realizzato un nuovo impianto per filtrare l’acqua dell’acquedotto. «Le visite alle fonti o al depuratore di Peschiera», ha sottolineato Lorenzini, «sono esperienze molto formative per i ragazzi, giornate che ricorderanno per sempre e attraverso le quali spiegheremo quanto è importante la tutela dell’acqua». Il progetto Ags water academy è aperto a tutte le scuole presenti nei Comuni soci di Azienda gardesana servizi. Gli istituti, per aderire, possono contattare la segreteria organizzativa di Ags che è a disposizione per definire percorsi didattici e visite personalizzate a seconda delle fasce di età degli studenti. «Crediamo che sensibilizzando le nuove generazioni alla tutela del nostro ambiente e del patrimonio idrico di cui disponiamo, riusciremo a salvaguardare al meglio il nostro territorio», ha aggiunto il presidente Angelo Cresco. Parallelamente, Ags sta sostenendo l’iniziativa di recupero di fontane, lavatoi e sorgenti avviata dalla Pro Loco di Caprino Veronese. «Si tratta di fonti», ha spiegato il direttore Voi, «che hanno centinaia di anni e che indicano quanto fosse grande l’attenzione che in passato veniva riservata all’utilizzo dell’acqua. Recuperare questi manufatti significa tutelare il territorio e le sue risorse idriche».E ciò costituirà un altro insegnamento per alunni e studenti che così potranno capire l’importanza dell’acqua. •