Festa bavarese Critiche per l’uso della sala consiliare

K.F.02.08.2018

La festa bavarese organizzata lo scorso fine settimana da Lidl Italia nei pressi del punto vendita di San Benedetto di Lugana ha portato con sé qualche strascico polemico. Non tanto per la natura dell’evento, quanto per la decisione dell'amministrazione comunale di Peschiera di concedere l’uso gratuito della sala consiliare per la conferenza stampa di presentazione della quattro giorni. Oltre al direttore regionale di Lidl Italia, alla conferenza aveva presenziato il vicesindaco Filippo Gavazzoni elogiando la festa «apprezzata dai nostri ospiti stranieri ma anche dai residenti» spiegando così il motivo dell’appoggio del Comune. La decisione di concedere gratuitamente la sala è stata criticata sulla pagina Facebook del gruppo di opposizione «Voce ai cittadini». «La gratuità è stata stabilita con una delibera di Giunta in deroga al regolamento comunale», spiega la capogruppo Giuditta Bolognesi, «non critichiamo la concessione, ma il fatto che sia stata data a titolo gratuito, anche perché da tempo chiediamo di dotare la sala di microfoni e impianto di registrazione per i Consigli comunali, la somma raccolta poteva essere destinata a questo». Critiche cui risponde la sindaca Orietta Gaiulli: «Diamo la sala a chi ne fa richiesta, valutando caso per caso. Non ci siamo impuntati a chiedere 50 o 100 euro per darla un’ora a una società che crea indotto e posti di lavoro sul territorio e che ha investito a Peschiera con un secondo punto vendita. L’imprenditoria va accompagnata e agevolata, non credo che il bilancio ne risentirà per questo». Gaiulli la bolla come «polemica sterile e inutile» e sottolinea che «non servono i 50 euro di Lidl per comprare i nostri microfoni». Ciononostante non dà tempistiche sull’acquisto dell’apparecchiatura, di cui pressoché tutti i Consigli comunali sono dotati. •