La Guardia Costiera
salva due coppie
in panne nel Garda

Intervento della Guardia Costiera
Intervento della Guardia Costiera
Gerardo Musuraca09.07.2018

Domenica pomeriggio e lunedi notte di lavoro per la Guardia Costiera di Salò. Gli uomini in divisa bianca, guidati dal comandante Ilaria Zamarian, sono dovuti intervenire due volte in poche ore per salvare dei diportisti tedeschi in difficoltà.

 

Il primo intervento è scattato alle 16.30 di domenica quando, alla Sala Operativa del Nucleo Mezzi Navali Guardia Costiera di Salò, è arrivata la segnalazione che una coppia di coniugi tedeschi, rispettivamente di anni 59 e 55, a bordo del proprio natante da diporto di circa 7 metri, si trovava in difficoltà e alla deriva a causa di una improvvisa avaria al motore nelle acque tra Punta San Vigilio, a Garda, e l’Isola del Garda.

Sul posto è subito intervenuta la motovedetta dedicata alla ricerca e soccorso della Guardia Costiera, la CP 862, è la questione si conclusa in poche decine di minuti e con successo visto che i malcapitati, grazie alla perfetta visibilità e al bel tempo, sono stati localizzati, recuperati e trasportati a terra. I militari della Guardia Costiera sono riusciti anche a portare al sicuro e ad ormeggiare la imbarcazione in avaria.

 

Nelle prime ore di lunedi, invece,è arrivata una altra richiesta di aiuto agli uomini di stanza a Salò. A mezzanotte e mezza, infatti, in Sala Operativa attraverso il numero blu 1530 è arrivata la chiamata che segnalava l’avvistamento di razzi rossi sparati in cielo nei pressi dell’Isola di Garda.

Un uomo di anni 40 e una ragazza di 38 erano rimasti con il motore in panne e, sfruttando le secche della zona, sono riusciti ad ancorarsi e dare l’allarme attraverso i presìdi di emergenza. L’intervento della motovedetta CP 862 e del gommone GC B98 ha consentito di localizzare i due turisti, di recuperarli e di trasportarli al porto di Salò, dinanzi al cui golfo si trova l’isola del Garda. «A parte il freddo e la paura», hanno fatto sapere dalla Guardia Costiera di Salò «i due coniugi stavano bene e non hanno riportato infortuni».