«Via i posti auto lungo il muro della villa»

B.B. 04.08.2018

All’indomani dell’ultimo incidente, in cui ha perso la vita un ventenne di Torri, Lorenza Ragnolini di Nuova Garda fa sapere che, aveva appena protocollato in Comune la mozione con oggetto «Pericolosità strada gardesana» (strada regionale 249). «L’ ho fatto», spiega la consigliera, «dopo il consiglio comunale del 27 luglio quando, discutendo della terza Variazione al bilancio di previsione, ho contestato lo slittamento di alcune opere - tra cui messa in sicurezza della passeggiata Lungolago Europa - nonostante i due recenti incidenti che hanno interessato la Gardesana, toccando anche quel tratto». «Mi riferisco al tamponamento, avvenuto il 9 luglio», prosegue Ragnolini, «di sette auto davanti a Villa Degli Albertini sulla regionale e allo sfondamento, questo invece l’ 11 luglio, del muretto sovrastante proprio questa passeggiata». Non vi furono risvolti mortali, come purtroppo è accaduto il primo agosto: «Ora ribadisco la necessità di provvedere con misure urgenti atte a prevenire ulteriori incidenti», sottolinea Ragnolini, «soprattutto nel picco della stagione estiva. Così ho appunto fatto all’indomani del Consiglio comunale, protocollando quella mozione rivolta al sindaco Davide Bendinelli e alla giunta. Ha l’obiettivo di impegnarli a intervenire con urgenza con provvedimenti per la sicurezza sulla Gardesana, rimuovendo i parcheggi lungo le mura di Villa Degli Albertini, mettendo dissuasori, segnaletica e barriere per i pedoni tra località Corno e la villa». «In questo periodo la strada è congestionata, percorsa da auto, camper, bici, moto, motorini e, soprattutto, lungo i bordi, dai pedoni. Mi sbalordisce che l’amministrazione, di fronte a un problema così grave, non abbia adottato alcun provvedimento protettivo». «Fatico a capire», conclude l’esponente di Nuova Garda, «come, in agosto, si possa permettere che sulla Gardesana circolino senza tregua anche camion e mezzi pesanti. L’ amministrazione dovrebbe agire privilegiando gli interessi pubblici, in primis quelli riguardanti la sicurezza dei cittadini». •