Morto Mario Mozzi uno dei fondatori del Pal del Vo’

B.B. 11.09.2018

Combattivo come pochi, ha sempre stretto i denti per vivere a pieno la sua vita e quella del suo paese, l'amata Garda, dove era nato nel 1940. Lo faceva con energia nonostante la disabilità che lo costringeva su una carrozzina. Sabato scorso, però, Mario Mozzi, 78 anni, uno dei sette soci fondatori nel 1965 del Centro culturale Pal del Vo' - oggi unito all’associazione Garda Cultura - ha dovuto cedere. Lo ha fatto sapere, con la moglie Stella Ricaurte e la figlia Alessandra, Giancarlo Maffezzoli presidente di questo Centro per almeno 35 anni. «Nonostante la disabilità era sempre presente», racconta Maffezzoli. Da bambino seguiva le partite dell’Associazione calcio Garda commentando vivacemente l’operato di arbitro e giocatori e da ragazzino era accompagnato dagli amici in giro per il paese. «Io», ricorda Maffezzoli, «con Benedetto-Luigi Donatini, Carlo Nicolis e Ferruccio Bertera eravamo tra i più assidui, anche perché era piacevole stare con lui che era interessato a tutto, anche alla cultura e alle tradizioni di Garda». È stato tra i creatori della pagina Facebook «Senza pei su la lengua» sugli eventi di Garda e con i professori Luigi Bertamè, Gianni Tondini, Pino Crescini, Benedetto Luigi Donatini e Maffezzoli, è stato tra i fondatori del Centro culturale Pal del Vo'. «Mario ha sempre fatto parte del direttivo e poi ha partecipato alla vita politica e amministrativa di Garda pur non candidandosi», ricorda Maffezzoli. «Ai consigli comunali era sempre in prima fila tra il pubblico. Non è mai mancato se non per particolari motivi ed era presente anche all’ultimo. Ha sempre fatto proposte scritte e verbali ad ogni sindaco. Era una persona saggia, intelligente che tutti conoscevano per la sagacia e l'umorismo». I funerali sono oggi alle 16 nella chiesa di Santa Maria Assunta. •