Est
Vai a
Vai a

Indagine
sull’intervento
a piano terra

13.09.2017

La Torre Viscontea di Castelnuovo del Garda era il mastio del castello edificato alla fine del Trecento da Gian Galeazzo Visconti, duca di Milano e poi signore anche di Verona dopo la vittoria sulla famiglia Della Scala. La cella campanaria della torre è una soprelevazione datata tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento e ancora oggi il gruppo di campanari della parrocchia Santa Maria Nascente porta avanti la tradizione legata al suono delle campane. Qualche mese fa la Procura di Verona ha aperto un’indagine (al momento solo allo stadio preliminare) sui lavori eseguiti nei locali al piano terra della torre, tra cui l’installazione di un condizionatore a split ancorato ai muri della torre stessa. L’indagine, riferisce il sindaco Giovanni Peretti, è partita in seguito all’esposto della consigliera comunale di opposizione Cinzia Zaglio, per accertare le responsabilità di chi ha effettuato i lavori e di chi li ha eventualmente autorizzati. «È stata ascoltata l’architetto Fiorella Carloni, responsabile dell’ufficio edilizia privata e urbanistica del Comune», spiega Peretti, «a quanto so il procedimento è in fase di archiviazione, ma non c’è nulla di ufficiale». Cinzia Zaglio, autrice dell’esposto, preferisce per ora non rilasciare dichiarazioni: «Aspetto venga fatta chiarezza dalle autorità competenti». K.F.

Condividi la notizia