Piazza della Vittoria domenica al centro delle celebrazioni

B.B.03.11.2018

«Il 4 novembre l’Italia celebra la vittoria nella prima guerra mondiale, l’unità nazionale e le forze armate. In occasione del centenario, la ricorrenza ha un significato ancor più profondo. Questa celebrazione, istituita nel 1919, rappresenta l’unica festa nazionale che abbia attraversato decenni di storia. L’omaggio che si rende al milite ignoto raccoglie idealmente quello che tutti gli italiani dovrebbero tributare ai milioni di uomini che immolarono la loro vita, a tutte le donne che si dedicarono alla cura di migliaia di feriti». Anche con queste parole il sindaco di Caprino, Paola Arduini, invita a esporre il tricolore ed esorta i cittadini a partecipare alla cerimonia che si terrà nel capoluogo, curata dalle associazioni d’Arma e combattentistiche locali, nelle frazioni di Spiazzi, Pazzon, Lubiara e Pesina.Nel capoluogo, il ritrovo è alle 9,30 sul piazzale del cimitero per deporre un mazzo di fiori alla tomba dei caduti. Alle 9,45 raduno a Palazzo Carlotti e sfilata con la banda cittadina. Il corteo si porterà al monumento al Fante dove si deporranno fiori, in piazza Unità d’Italia si lascerà una corona di alloro, per le vie Arduino, Generale Cantore, IV Novembre fino al monumento degli Alpini dove saranno deposti altri fiori. Quindi si renderà onore alla targa dedicata al tenente Frassanito, alla caserma dei carabinieri. Il corteo proseguirà per le vie Sandri, Garibaldi, Mazzini e in piazza San Marco; alle 11 messa in Santa Maria Maggiore. Al termine il corteo raggiungerà il monumento in piazza della Vittoria per l’ alzabandiera, la commemorazione ufficiale e il saluto del sindaco Arduini. Intanto, nelle frazioni, il ritrovo è alle 9,15 a Spiazzi al Cippo Meneghetti, alle 11,15 a Pazzon in piazza don Roncari, a Lubiara alle 9,30 al monumento ai Caduti, alle 10,15 a Pesina in piazza San Luigi. •