Mamma travolta e uccisa da un'auto
Il marito: «Non si può morire così»

Investimento a Zevio (Diennefoto)
Investimento a Zevio (Diennefoto)
Piero Taddei21.01.2019

«Non si può morire così». È lo sfogo disperato di Stefano Molinari nel buio di via Bertolda, il rettilineo che da Bosco di Zevio conduce verso Palù. Sono da poco passate le 18.30. Sua moglie Morena Castegini, 43 anni e mamma di un figlio di 12, è stata investita e uccisa da una Fiat condotta da un compaesano. Stefano e Morena stavano rincasando verso Palù a piedi. Il marito davanti e la moglie dietro. Pare fossero andati a trovare i genitori di lui, che abitano poco lontano. All’improvviso lo scontro e la tragedia. Nelle frazioni di Bosco e di Palù ora è lutto collettivo. «Volevamo tornare a casa presto, prima che facesse scuro», racconta il marito della vittima, «ma purtroppo c’è stato un contrattempo ed è calata la notte».

CORRELATI