Galà al castello per sostenere le associazioni

P.T. 26.07.2018

Sabato 28, nel cortile del castello-municipio di Zevio, si terrà il «Galà benefico» per quanti vorranno aiutare due associazioni del territorio i cui nomi saranno estratti a fine convivio. Una quindicina le associazioni di volontariato sociale in lizza per assicurarsi la somma raccolta grazie a quanti parteciperanno alla cena: «I gruppi sono stati indicati dopo un sondaggio su Facebook, per evitare favoritismi», spiega il consigliere comunale alle Manifestazioni Paola Zanoncelli. L’auspicio dei promotori del Galà è che le adesioni arrivino entro oggi, per consentire un’organizzazione ad hoc della cena alla quale suonerà il maestro Angelo Boninsegna. Più d’uno i punti dove comunicare la propria adesione: Lorella Turra (348.6624986), le pasticcerie Soave ed Elisa, il Mercatino da Paolo, il bar White di Santa Maria e lo Zecchinato a Perzacco. Nel menù del Galà antipasto con prosciutto e melone, risotto con zucchine e gamberetti, pennette alla cubana; vitello tonnato e roast-beef con carote al burro. Dessert e bevande incluse. Per i bambini, cotoletta con patatine fritte e dessert. Quota di partecipazioni adulti, 25 euro. Under 10 anni, 10 euro. Il Galà nella piazza d’armi del castello inizierà alle 20 dando ai commensali la sensazione di tornare ai tempi dei Sagramoso, i nobili veronesi che nella seconda metà del ’600 adibirono il maniero a pacifico luogo di banchetti e di incontri culturali. Zanoncelli coglie la palla al balzo per ringraziare le associazioni che hanno collaborato all’iniziativa: Pro loco, circoli Noi di Zevio e di Santa Maria, il comitato San Bartolomeo di Perzacco, le quattro sezioni degli alpini del territorio, i carabinieri in congedo e la Protezione civile Ana. «E tutti quelli che», conclude, «per solidarietà e amicizia aderiranno al Galà». •

Primo Piano
 
Convegno internazionale a Venezia

Non solo rughe
Botulino per
ricostruire il viso

Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia
 
Il sindaco di San Martino Buon Albergo

Esplosione
«I migranti
non c'entrano»

Condividi la Notizia