Addio a «Giannino» «Aveva una passione enorme per il paese»

P.D.C.06.09.2018

Una vita dedicata alla famiglia, al lavoro e a Monteforte d'Alpone, il suo paese: è il profilo di Giannino Bolla, per decenni amministratore del Comune, instancabile sostenitore di iniziative solidali e benefiche e carismatico capogruppo dei suoi amatissimi alpini. Basta questo a descrivere con quale sentimento ieri il paese abbia accolto la notizia della scomparsa a 76 anni di «Giannino», perché tutti lo conoscevano così. Bolla ha dedicato quasi 40 anni della propria vita al paese attraverso l'impegno diretto in amministrazione, sia in maggioranza con almeno quattro sindaci tra 1975 e 1990, ma anche tra le fila della minoranza, fino al 2009. «Una persona che ha dato moltissimo al paese e lo ha sempre fatto con una passione enorme: a nome della comunità esprimo apprezzamento e stima profonda per lui», dice il sindaco Gabriele Marini. «Per questa ragione il gonfalone del Comune sarà presente ai funerali, dove sarò anch’io». Il nome di Bolla è legato soprattutto a quello del gruppo Alpini di Monteforte del quale ha scritto venti dei 92 anni di storia, compreso un lunghissimo mandato tra 1981 e 1995. Instancabile, Bolla aveva un pragmatismo tutto suo con tre parole che ognuno a Monteforte può affermare di avergli sentito dire: «Ci penso io!», una garanzia. Questa sera alle 20 il rosario nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore dove, domani alle 16, saranno celebrati i funerali. •