Ottavario dell’Assunta Coinvolge 9 parrocchie

Papa Francesco raffigurato con lo slogan di questo ottavario
Papa Francesco raffigurato con lo slogan di questo ottavario
Zeno Martini 13.08.2018

L’ottavario di Maria Assunta al santuario della Bassanella, nonostante scada nel periodo in cui maggiormente i veronesi sono in vacanza, richiama ogni anno una moltitudine di fedeli da tutto l’Est veronese e non solo. È un momento di forte spiritualità, molto sentito da tutti i partecipanti, migliaia di pellegrini, dai soavesi in primis, e curato da un apposito comitato di volontari, che custodiscono e si curano anche del luogo chiamato Ponsara, nel quale, secondo la tradizione, sarebbe apparsa la Vergine Maria per proteggere il paese dalla peste. Una settimana di preghiera e riflessioni, che quest'anno porterà a incontrarsi tra loro le nove parrocchie che andranno a costituire la nuova unità pastorale della Valtramigna e della Valdalpone. Sul piazzale del santuario mariano, a partire da mercoledì, festività dell’Assunta e inizio dell'ottavario, ogni giorno verranno celebrate messe alle 7 e alle 8.30 )nei giorni feriali) con possibilità di confessarsi. Alle 20.30, invece, recita del rosario animato dai fedeli delle parrocchie circostanti, con un momento di meditazione (quest'anno il filo conduttore per l'ottavario è «Rallegratevi ed esultate. La chiamata alla santità nel mondo contemporaneo»): mercoledì le parrocchie di San Martino Buon Albergo, guidate dal parroco don Flavio Miozzi. Giovedì invece toccherà alle parrocchie di Costeggiola e San Vittore con la riflessione di monsignor Ezio Falavegna. Sabato sarà presente l'unita pastorale di San Bonifacio e domenica sarà la volta della parrocchia di Stra' di Colognola, guidata dal parroco don Gianni Pippa. Lunedì prossimo sarà presente la parrocchia di Cazzano accompagnata da don Samuele Zanchi. ALTRI MOMENTI FORTI dell'ottavario, molto sentiti, saranno la messa solenne con l’unzione dei malati animata dall’Unitalsi e celebrata da don Flavio Bertoldi, domenica prossima alle 9: nel pomeriggio, dalle 16, la rassegna campanaria. Martedì 21 agosto ci sarà invece la processione dalle 20.30 dalla grotta dell'apparizione alla Ponsara fino al santuario della Bassanella, animata dai giovani. Infine la messa solenne all'aperto di chiusura mercoledì 22 alle 20,30, nella ricorrenza di Santa Maria Regina, con la presenza del vescovo di Verona monsignor Giuseppe Zenti che presiederà il rito liturgico e concelebrerà assieme ai sacerdoti nativi di Soave o che a Soave hanno svolto il ministero presbiterale. In questa occasione il vescovo consegnerà ai fedeli la preghiera, che accompagnerà il cammino di formazione della futura nuova Unità pastorale della Valtramigna e della Valdalpone, decisa e disegnata dallo stesso Zenti per il prossimo anno pastorale. Comprende nove parrocchie: Fittà, Castelcerino, Castelletto, Costeggiola, San Vittore, Cazzano, Campiano, Monteforte e Soave. «L’ottavario della Bassanella, collocandosi a ridosso dell’anno pastorale, è diventato sempre più il momento nel quale si prega e si riflette sul tema che verrà poi ripreso e sviluppato sucessivamente», spiega don Stefano Grisi, parroco di Soave, Castelcerino, Fittà e Castelletto. «Quest’anno, nelle messe e nella meditazione serale, prendiamo spunto dall’esortazione apostolica di Papa Francesco Gaudete et exsultate. «Alla Vergine Maria, “colei che ha vissuto come nessun altro le Beatitudini di Gesù” (Esortazione aspostolica 176), chiediamo la grazia di poter riscoprire e vivere la santità nel mondo contemporaneo», sottolinea don Grisi. «Questa riflessione è in continuazione con il tema dell’esortazione Evangelii gaudium che ci ha accompagnato nello scorso anno pastorale», prosegue il sacerdote. «In questo modo, a partire dal Giubileo della Misericordia, stiamo entrando sempre più nello spirito nuovo che sta animando la chiesa attraverso l’insegnamento e l’ esempio di papa Francesco». Per questo sul piazzale del santuario campeggerà un grande manifesto raffigurante il volto gioioso di papa Berboglio, con sopra la scritta: «Rallegratevi, i vostri nomi sono scritti in cielo». •

Primo Piano
 
Trasportata da Cagliari, ha due mesi

Bimba malata grave
portata a Verona
con un volo militare

Condividi la Notizia
 
Operazione dei carabinieri a Peschiera

Prostituzione
minorile
Preso ricercato

Condividi la Notizia