Scalinata in rosa per battere i tumori

Controllo della tiroide
Controllo della tiroide
M.R.05.10.2018

Insieme per fare informazione e prevenzione. È la finalità del lavoro svolto da assessorato alla qualità della vita, Andos, Auser, Fondazione Monsignor Marangoni e Polisportiva, alla base della manifestazione Colognola in rosa. L’iniziativa, all’ottava edizione, propone eventi incentrati sulla prevenzione e la diagnosi precoce delle neoplasie. Un concetto che verrà ribadito anche dalla storica scalinata Zandomeneghi del capoluogo che da domani, per tutto il mese, sarà suggestivamente illuminata di rosa; la cerimonia di accensione, accompagnata dall’interpretazione di brani d’opera del soprano Mariarita Schenato e del tenore Andrea Cioetto, si terrà dopo la messa delle 18, celebrata da don Agostino Martinelli nella chiesa dei Santi Fermo e Rustico di Monte e animata dalle volontarie dell’Andos. Le socie dell’associazione allestiranno un gazebo dove dare informazioni, distribuire opuscoli e prenotare esami senologici. Interverranno il sindaco Claudio Carcereri de Prati, la sua vice Giovanna Piubello, cui compete l’assessorato alla qualità della vita, e Annamaria Nalini, presidente dell’ Andos. «Si aprirà il tradizionale appuntamento che il Comune riserva ai problemi legati alla salute e alla prevenzione del tumore al seno. La scalinata in rosa», anticipa Piubello, «simboleggerà l’ attenzione al benessere della donna». Il ruolo dell’informazione è essenziale in questo ambito, «perché», aggiunge il sindaco, «la prevenzione costituisce lo strumento più importante della lotta contro il cancro». Di qui la necessità di conoscerne i rischi e uno stile di vita sano per prevenire la malattia. Alle 21, dopo l’aperitivo alla Fondazione Monsignor Marangoni, si va al Palasport Ruffo, dove la compagnia La Moscheta metterà in scena la commedia Grisù, Giuseppe e Maria per la regia di Daniele Marchesini. Colognola in rosa prevede anche conferenze di carattere medico: giovedì 11 ottobre alle 17, al circolo Auser di via Montanara, si parlerà di «Prevenzione delle malattie vascolari» con Laura Invernizzi, medico del dipartimento di chirurgia generale dell’ospedale Fracastoro di San Bonifacio, che farà luce su arteriopatia, fattori di rischio, diagnosi e terapia fornendo una dimostrazione pratica con ecocolordoppler. Giovedì 18 ottobre, identici ora e luogo, «Patologia nodulare della tiroide» con Chiara Bonetti, medico del dipartimento di medicina generale del Fracastoro, che spiegherà quali sono sintomatologia clinica, diagnosi e controlli delle malattie nodulari. Interverrà Novella Scattolo, medico del laboratorio analisi del Fracastoro, che illustrerà quali sono gli esami di primo livello a cui sottoporsi in caso di patologie nodulari e distiroidismi. Tutti gli eventi a ingresso gratuito. •