Mistero su trenta
richiedenti asilo
a 48 ore dall’arrivo

Uno sbarco di richiedenti asilo
Uno sbarco di richiedenti asilo
30.05.2018

A due giorni dal possibile arrivo di 30 richiedenti asilo a San Giovanni Ilarione, non c'è al momento alcuna notizia certa. Una cosa, però, il sindaco Luciano Marcazzan ce l'ha chiara in testa: se ciò accadrà, a queste persone sarà richiesto di collaborare con la comunità che le accoglie.

 

 Di certo trenta persone significa esattamente il doppio del tetto garantito ai Comuni che partecipano al Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati (il sistema Sprar a cui hanno aderito 43 dei 98 Comuni veronesi che mettono complessivamente a disposizione 375 posti), che contiene il numero di accoglimenti nella proporzione di tre richiedenti asilo ogni mille abitanti. Nel febbraio dello scorso anno la maggioranza all'epoca guidata dal sindaco della Lega Ellen Cavazza aveva detto no allo Sprar.

Primo Piano
Esercitazione a Caluri (foto Pecora)
 
 
Esercitazione dell'aeronautica militare

Attacco chimico
A Caluri si simula
l'emergenza

Condividi la Notizia
 
Un anno e opzione per il successivo

Firmato l'accordo
Andrea Amato
resta a Verona

Condividi la Notizia