Chiude dopo 50 anni
«Fattura elettronica
troppo complicata»

La signora Maria Frizzero
La signora Maria Frizzero
Monica Rama13.01.2019

A San Vittore di Colognola serrande abbassate del negozio di generi alimentari di Maria Frizzero, ultima bottega storica della frazione, aperta per più di 50 anni.

«Ho assistito all'arrivo del registratore di cassa e al passaggio dalla lira all'euro adeguandomi subito», racconta Maria, «ma di fronte alla fattura elettronica sono stata costretta ad arrendermi: troppo tecnologica e complicata per me». Già, per lei che comunque ai sacrifici e a metterci buona volontà è sempre stata allenata: in più di mezzo secolo dietro al bancone, non ha conosciuto vacanze: «Ho preso le redini della bottega nel 1967, dopo un infortunio sul lavoro di mio marito Giuseppe, e da allora non ho mai fatto un giorno di ferie né, grazie a Dio, di malattia», riferisce la signora Frizzero.

«Sono rimasta presto vedova con due figli, Tiziano e Alessandra, da crescere. Non potevo arrendermi», racconta, «nè per loro nè per le persone di San Vittore che mi hanno sempre voluto bene. Se non fosse stata imposta la fatturazione elettronica e la relativa apparecchiatura, avrei tenuto ancora la bottega aperta per un bel po'».

«Da quando ho chiuso, spesso piango», confessa, «tanto che ci vedo perfino di meno e pure l'oculista mi ha certificato questo abbassamento di vista. Ma i miei figli fanno altri lavori, hanno le loro occupazioni e le loro famiglie, come è giusto che sia, e io devo abituarmi a fare la pensionata».