Caldiero Da Sorrenti alla Simeoni tutti «friends» di ChorusCaldiero | Caldiero

Da Sorrenti alla Simeoni tutti «friends» di Chorus

Alan Sorrenti è nato a Napoli nel 1950. Sabato è a Caldiero per Chorus & Friends
Alan Sorrenti è nato a Napoli nel 1950. Sabato è a Caldiero per Chorus & Friends
Zeno Martini 29.08.2018

Sarà ricco di ospiti il concerto di questa estate Chorus & Friends, che da sette anni viene proposto dal gruppo ritmico corale Chorus nel parco di villa Trezza – Zenobio, sede direzionale e di rappresentanza dell'azienda Carrera, a Caldierino. Saranno quattro infatti i «friends» quest'anno a salire sul palco assieme al gruppo Chorus, diretto dal maestro Carlo Bennati: la compagnia di tango A Media Luz di Verona, il jazzista Paolo Ballini, la campionessa di salto in alto Sara Simeoni e il cantante Alan Sorrenti. Sabato 1 settembre, con inizio alle 21, Chorus, che conta una cinquantina di elementi, nella prima parte della serata proporrà un medley di brani riarrangiati appositamente dal maestro Bennati, per celebrare i grandi interpreti che quest'anno si sono esibiti in Arena: Bob Dylan e Sting. Quindi accompagnerà i tangheri di A Media Luz, con i quali Chorus ha collaborato quest'anno al Teatro Romano, in città. Poi il gruppo duetterà con il sassofonista jazz Paolo Ballini, amico di Chorus perchè ha preso parte a Verona Jazz al Teatro Camploy. «Chorus, infatti, è sempre più versatile», spiega il direttore Bennati. «Terremo anche concerti di musica sacra antica a cappella, musica folk e canti di montagna e di musica pop attuale. Un repertorio a 360 gradi, che ci ha permesso di prendere parte ai progetti più svariati ed interessanti: da Verona Jazz al progetto «Africa», dal progetto «Donna» a suonare e cantare in un circo; ci siamo esibiti persino sulle rive dell'Adige». Terminata la prima parte dello spettacolo musicale, ci sarà un intervallo con ospite d'onore Sara Simeoni, che, intervistata da Leonardo Rebonato, ricorderà il quarantesimo del suo primato mondiale nel salto in alto, ma anche tutte le vittorie della sua gloriosa carriera alle olimpiadi e ai campionati europei e mondiali di atletica leggera, tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta. Dopo l'intermezzo sportivo (ma non è detto che Simeoni non venga coinvolta anche dai coristi...), il concerto riprenderà con la seconda parte, che vedrà per protagonista Alan Sorrenti, una delle voci più amate del pop italiano anni ’70-primi anni ’80, negli anni in cui proprio Sara Simeoni saltava più in alto di tutte le sue colleghe. Cinque i brani che Alan Sorrenti proporrà dal vivo a Caldierino, accompagnato dalle voci di Chorus e dalla band del gruppo ritmico, che sarà formata per l'occasione da sei elementi: basso, batteria, chitarra acustica, chitarra elettrica, sintetizzatori e tastiera. I brani che Sorrenti proporrà, sono stati selezionati tra i suoi più grandi successi, a cominciare da Figli delle stelle, la canzone che l'ha reso famoso, ma poi anche Tu sei l'unica donna per me e Non so che darei. «È la prima volta che ci esibiamo con Alan Sorrenti, dunque un ulteriore banco di prova per Chorus», fa sapere sempre Bennati. «Riproponiamo alcuni suoi classici pop. Ma Sorrenti ha una formazione che affonda le radici nel rock progressivo all’inizio degli anni Settanta. Poi c'è stato il passaggio alla musica disco-soul americana, che l'ha reso un compositore ed un interprete con milioni di dischi venduti». Chorus, nata nel 1995 a Caldierino, oggi abbraccia componenti da tutta la provincia. Il concerto di sabato 1 settembre è patrocinato da Comune di Caldiero, Provincia di Verona ed Asac Veneto. Il biglietto di ingresso intero costa 8 euro, ridotto 5 euro. I biglietti sono anche in prevendita. Per saperne di più, basta cliccare sul sito www.chorus.verona.it. •