Migliaia gli studenti veronesi
mobilitati in difesa del clima

Studenti manifestano in Bra (Francesca Gattamelata)
Studenti manifestano in Bra (Francesca Gattamelata)
 
L.PER. 15.03.2019

Oggi gli studenti di tutta Italia scendono in piazza per salvare il pianeta. Anche a Verona sono almeno quattromila i giovani che stanno manifestando per le vie cittadine nel «Fridays for Future», il movimento verde messo in piedi dalla sedicenne svedese, e ormai icona mondiale, Greta Thunberg.

 

Lo sciopero contro il riscaldamento globale ha spaccato la scuola veronese. Anche in queste ore non cessano le polemiche. Anche le chat tra genitori straripano di messaggi e di opinioni differenti all’interno delle stesse classi. Dirigenti scolastici accettano la presa di posizione degli studenti, come Sandro Turri, preside dell'istituto Copernico-Pasoli, che ha stabilito di giustificare l'assenza dei ragazzi che partecipano alla marcia per il clima. Di contro Anna Capasso del liceo Messedaglia ha diramato una circolare per ribadire che gli studenti sono tenuti alla frequenza delle lezioni e che gli insegnanti non si comportano correttamente se esortano i ragazzi a non andare a scuola.

 

L'appuntamento è alle 9 davanti al municipio. Il corteo inizia e finisce in piazza Bra. Partenza alle 10, si passa per via Roma, corso Cavour, portoni Borsari, corso Santa Anastasia, piazza Dante, via Dante Alighieri e via Stella. Al termine prendono la parola Giovanna Beghini di Isde - Medici per l'ambiente, Il mobility manager dell'università di Verona Marco Passigato e Luciano Butti, professore di Diritto dell'ambiente all'università di Padova. La manifestazione verrà trasmessa in diretta streaming sul nostro sito web www.larena.it a partire dalle 12

CORRELATI