Melegatti, Cgil
Cisl e Uil: “Bene
offerte concrete”

20.09.2018

I rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil dei lavoratori di Melegatti hanno accolto «con piacere la notizia che al secondo bando per la vendita degli stabilimenti Melegatti e Nuova Marelli ci siano concrete offerte per l’acquisizione».

 

I segretari Paola Salvi, Maurizio Tolotto e Daniele Mirandola hanno evidenziato in una nota che «in questo lungo anno di lotta e di disagio, intrapreso con forza e tanta sofferenza personale ed economica da parte dei lavoratori, la richiesta era esattamente di attirare l’attenzione di un nuovo soggetto capace e serio, che rilevasse l’azienda, con l’obiettivo di non far morire una storica azienda dolciaria del territorio e con essa, i rapporti di lavoro».

 

Lunedì al Tribunale di Verona è stata presentata un’offerta di 13,5 milioni di euro da parte di un manager indicato come rappresentante della famiglia Spezzapria, che guida il gruppo vicentino Forgital, industria specializzata nei componenti per motori di aerei, satelliti, stazioni orbitanti e razzi spaziali. «Sulla vicenda - prosegue la nota sindacale - c’è ora la massima riservatezza, solo il 28 settembre si giocherà a carte scoperte e si conosceranno esattamente le intenzioni del nuovo acquirente».