Est
Vai a
Vai a

Informazione: istruzioni
per l’uso tra web, tv
carta e social media

13.09.2017

Piccoli giornalisti crescono, a Kidsuniversity. Tra i KidsLab più attesi e che hanno già all’attivo numerose prenotazioni ci sono quelli organizzati i collaborazione con il media partner L’Arena e il gruppo editoriale Athesis. Si comincia lunedì 18 settembre alle 16.30 con “Informazione: istruzioni per l’uso”, lezione speciale con i giornalisti de L’Arena, TeleArena e Radio Verona per capire come nasce una notizia e verificarne l’attendibilità. Il giorno seguente alle 16, piccoli cronisti a raccolta per raccontare “La città che vorrei”. Mercoledì 20 alle 16, spazio alla tv e a come creare un servizio televisivo, ma anche alle riflessioni dei giovanissimi lettori con le “Lettere al direttore”. Sabato 23, infine, riflettori su “Web e social media”: la redazione web de L’Arena fornirà ai giovani una bussola per orientarsi nel mare magnum della Rete.

«Viviamo una fase delicata in cui i terrorismi cercano di colpire l’informazione e la coscienza critica dei ragazzi», spiega il direttore de L’Arena Maurizio Cattaneo. «Il nostro impegno, anche attraverso questi laboratori, è cercare di dar loro gli strumenti per districarsi tra le fake news, le notizie false che si trovano su Internet, e i pochi motori di ricerca che, in qualche modo, veicolano l’informazione. Siamo già tra i soci fondatori dell’iniziativa “Il quotidiano in classe”, con cui i docenti commentano con gli studenti le notizie dei giornali. La collaborazione con Kidsuniversity rappresenta per noi la chiusura del cerchio».

E poi, ancora, incontri con gli autori alla Feltrinelli, la conferenza sul pensiero di Don Milani a 50 anni dalla scomparsa, con la partecipazione di Stefano Quaglia, dirigente dell’Ufficio scolastico, il 20 settembre al Polo Zanotto. Sabato 23, in aula magna, cerimonia di “laurea” per i giovanissimi partecipanti, con tanto di lancio del tocco, il cappello dei laureati.

Gran finale, domenica 24, con la compagnia teatrale Fanny e Alexander con lo spettacolo “Giallo”, alla Fonderia Aperta Teatro.

«Un investimento sulle giovani generazioni», ha commentato l’assessore all’Istruzione Stefano Bertacco, «che vengono messe nelle condizioni di sperimentare per poter fare delle scelte di vita in maniera più consapevole».

Questo, infatti, l’obiettivo dichiarato dal rettore Sartor: «Se riusciremo a stimolarli a percorsi professionali anche meno tradizionali», ha concluso, «avremo contribuito, nel nostro piccolo, al progresso della civiltà».

Programma completo disponibile sul sito www.kidsuniversity.it. E.PAS.

Condividi la notizia