Il panettiere celebra
il valore del pane con
i versi di Mussolini

Il cartello posto accanto al'ingresso del negozio
Il cartello posto accanto al'ingresso del negozio
10.08.2018

Non è passata inosservata la locandina esposta oggi davanti al panificio di viale Manzoni, non lontanto dallo Stadio: per celebrare il valore del pane sono state scelte le parole scritte da Mussolini il 10 gennaio 1928 in previsione delle Giornate del pane in programma nell'aprile di quell'anno. I versi scritti in pieno stile retorico-fascista, e con firma autografa di  Mussolini, vennero poi usati nel ventennio anche nelle scuole italiane. 

 

A qualche passante la cosa non è sfuggita e ci ha inviato la foto che pubblichiamo.

 

Questo il testo  

Amate il pane
cuore della casa
profumo della mensa
gioia dei focolari

 

Rispettate il pane
sudore della fronte
orgoglio del lavoro
poema di sacrificio

 

Onorate il pane
gloria dei campi
fragranza della terra
festa della vita

 

Non sciupate il pane
ricchezza della Patria
il più soave dono di Dio
il più santo premio
alla fatica umana

Roma, 10 gennaio 1928