Grida d'aiuto in Adige, i vigili del fuoco
salvano una donna caduta in acqua

Il recupero in Adige (Pecora)
Il recupero in Adige (Pecora)
 
07.10.2018

Minuti di grande apprensione ieri sera, dopo le 22, in lungadige Re Teodorico. Alcuni passanti sono stati richiamati dalle invocazioni di aiuto di una donna che, per motivi ancora da chiarire, era nelle gelide acque dell’Adige.

 

Immediato è scattato l’allarme e sul posto sono arrivate le volanti della questura, l’ambulanza di Verona Emergenza e due squadre dei vigili del fuoco, una delle quali specializzata nel soccorso speleoalpinofluviale (Saf). Gli specialisti del Saf si sono calati nel fiume e una volta raggiunta la donna, l’hanno messa in sicurezza assicurandola a una barella che nel frattempo era stata calata in acqua. Una volta issata la barella e depositata sulla strada, la donna è stata affidata alle cure dei sanitari del 118 e portata via in ambulanza per essere ricoverata al Polo Confortini.

 

Le condizioni della donna non sembravano gravi anche se ovviamente si trovava in forte ipotermia per l’acqua gelida. Per consentire le operazioni di soccorso e il transito dei mezzi di emergenza lungadige Re Teodorico è rimasto a lungo chiuso al traffico.

CORRELATI