Erano specialiste
nel furto di profumi
Arrestate 2 donne

L'apparecchio elettronico sequestrato alle due donne
L'apparecchio elettronico sequestrato alle due donne
11.01.2018

Due donne, specializzate nel furto di profumi di marca con l’utilizzo di un jammer antitaccheggio, sono state arrestate dagli agenti delle Volanti alla Coin di via Cappello. Le due straniere, una nordcoreana di 36 anni e una mongola di 23, erano state bloccate dal personale della Coin dopo aver occultato della merce all’interno dei propri giacconi, in particolare profumi.

 

L'addetto alla sicurezza le aveva notate aggirarsi tra gli scaffali con fare circospetto. Le ha viste nascondere alcune confezioni profumi e dirigersi verso l’uscita oltrepassando le barriere senza che entrasse in funzione il sistema antitaccheggio.

 

Le due sono state raggiunte e portate all’interno degli uffici per effettuare un controllo. Gli agenti di polizia, giunti sul posto, hanno accertato il furto di otto confezioni di profumo del valore di 909 euro. Nella borsa della nord coreana, gli agenti hanno scoperto uno strumento tecnologico un "jammer” - cammuffato da hard disk - in grado di eludere i sistemi di sicurezza del negozio.

 

Le stesse sono state ritenuti autrici anche di un furto avvenuto il 20 dicembre 2017 nel negozio “Douglas” all’interno del Centro Commerciale Adigeo, furto al termine del quale sono riuscite a fuggire. Le due donne sono state dunque arrestate. Oggi, il G.I.P., dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Verona con contestuale rinvio dell’udienza al 25 gennaio 2018.