Eclissi totale
e la luna
si tinge di rosso

Eclissi di luna
Eclissi di luna
Marco Cerpelloni19.01.2019

La Luna si tinge di rosso. L’appuntamento è fissato per l’alba del 21 gennaio con il suo apice alle 6.15. L’eclissi totale di Luna che coinciderà con una «Super Luna» è il primo evento astronomico visibile in Italia del 2019 e sarà pure l’unica per quest’anno. L’ultima eclissi di Luna totale è stata osservata la scorsa estate, quando il 27 luglio si ebbe la più lunga del secolo: ben un’ora e 43 minuti e per ritrovarla così estesa si dovrà attende sino al 2100.

 

Ma, sebbene sarà più corta anche la prossima eclissi totale di Luna rimane un «appuntamento astronomico da non perdere», dice Enrico Bonfante, presidente dell’associazione scientifico-culturale Empiricamente. «Non sarà un evento “facile” da osservare, poiché sarà visibile prima dell’alba. La prossima sarà il 16 maggio 2022 e con orari ancora peggiori». «A differenza di un’eclissi di Sole, che può essere osservata solo da una piccola striscia della superficie terrestre», continua l’astrofilo, «un’eclissi di Luna può essere vista in tutto il lato notturno della Terra».

 

«L’atmosfera si comporta come un prisma», continua. «L’aria divide la luce bianca nelle sue componenti colorate. Filtra il blu e via via le tonalità di rosso verso l’ombra del pianeta. Queste raggiungono la Luna e, a sua volta, sono riflesse sulla Terra». Nella foto allegata (di Bonfante) si notano le zone di ombra e penombra. Il poster, invece, è una istantanea (di Bonfante) dell’eclissi totale di Luna della scorsa estate.

CORRELATI