Bimbo con due padri, la Corte
d'appello: il Comune li riconosca

L'ufficio anagrafe
L'ufficio anagrafe
19.07.2018

La Corte di appello di Venezia - competente per Verona - ha ordinato al sindaco Federico Sboarina di riconoscere i due "padri" di un bambino nato in Canada da una maternità surrogata. Alla Corte di appello di Venezia si erano rivolti i genitori del piccolo.

«Penso che la necessità, per un bambino, di avere una madre e un padre sia un presupposto fondamentale e irrinunciabile», osserva il ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana, «a tal fine bene fa il Comune a valutare l’opportunità di impugnare la sentenza. Dico inoltre che sarà mia intenzione combattere la pratica dell’utero in affitto in tutte le sedi opportune, ritenendo la cosa - sia per i bambini sia per la donna - gravemente lesiva della dignità umanà».

Primo Piano
La proposta di nozze  in Arena
 
L'annuncio durante il bilancio areniano

Mazzi: «In Arena
voglio Morricone
e i Ferragnez»

Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia