Auto pirata centra
una ciclista: si cerca
chi ha visto lo scontro

Intervento del 118 (foto d'archivio)
Intervento del 118 (foto d'archivio)
15.10.2018

La Polizia municipale sta indagando e cerca testimoni per un incidente avvenuto questa mattina su ponte Catena. Attorno alle 10.50 gli agenti sono intervenuti per i rilievi di un sinistro avvenuto tra una Toyota C-HR di colore bianco e una bicicletta. La ciclista è caduta a terra riportando lesioni apparentemente non gravi, ma gli accertamenti sono in corso, mentre la persona alla guida dell’auto non si è fermata a soccorrere la ciclista.

 

La polizia invita chiunque possa avere informazioni utili ad individuare la Toyota a contattare la Centrale Operativa della Polizia municipale (045/8078411) o il Nucleo Infortunistica Stradale (infortunistica@comune.verona.it). Sul luogo è stata recuperata la calotta dello specchio retrovisore della Toyota C-HR ed ora gli agenti stanno acquisendo le immagini della videosorveglianza cittadina per individuarla.

 

Dai primi accertamenti è emerso che entrambi i veicoli, bicicletta e auto, stavano percorrendo il ponte in direzione di via De Lellis. La ciclista infortunata è stata soccorsa dai sanitari inviati da Verona Emergenza e poi trasportata al Pronto Soccorso. Proseguono, nel frattempo, gli accertamenti relativi al sinistro, avvenuto ieri sulla regionale 62 della Cisa, che ha coinvolto uno scooter Piaggio Beverly, una Mercedes classe E ed una moto Yamaha. Dalle prime verifiche della Polizia municipale è emerso che i due veicoli erano fermi quando lo scooter Piaggio Beverly li ha tamponati, probabilmente prima la moto e poi l’auto.

 

A seguito dello scontro la passeggera dello scooter è rimasta seriamente ferita ed è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Borgo Trento, dove ora si trova ricoverata in prognosi riservata. È stata, invece, individuata l’automobilista ricercata per il sinistro avvenuto venerdì in piazzale Cadorna, all’incrocio con lungadige Matteotti, che si era allontanata prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. La donna si è presentata spontaneamente alla Polizia municipale per fornire tutte le informazioni necessarie. Anche un testimone oculare si è reso disponibile a raccontare ciò che è accaduto.

CORRELATI