Arma, il saluto
del maggiore Mancini
alla città di Verona

Il maggiore Mancini alla sua presentazione
Il maggiore Mancini alla sua presentazione
22.09.2018

Dopo tre anni dal suo arrivo, oggi il Maggiore Antonio Mancini lascia l’incarico di Comandante della Compagnia Carabinieri di Verona.

Giunto tre anni or sono, dopo aver comandato la compagnia di Crotone, in vista della prossima promozione al grado di Tenente Colonnello, è pronto a trasferirsi presso il Comando Provinciale Carabinieri di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, dove comanderà il Reparto Operativo e potrà mettere a frutto l’esperienza acquisita nel capoluogo scaligero.

L’Ufficiale, 39enne, sposato con Stefania e padre di Ludovica, laureatosi in giurisprudenza nel 2003, con alle spalle un articolato percorso professionale che lo ha portato prima all'estero nelle difficili missioni in Iraq e successivamente in Calabria a dedicarsi al contrasto della criminalità organizzata, dopo aver vissuto intensamente, spiega una nota dei carabinieri, il «magnifico, effervescente ed entusiasmante  ma allo stesso tempo complesso territorio scaligero»,  con competenza oltre che sul capoluogo anche sui comuni di San Martino Buon Albergo, San Giovanni Lupatoto, Buttapietra, Grezzana, Cerro Veronese, Velo Veronese, Roverè Veronese, Bosco Chiesanuova ed Erbezzo, ha salutato le autorità locali esprimendo gratitudine per «l'eccellente rapporto di collaborazione che si è venuto a creare e che ha consentito di dare una risposta alle numerose istanze di sicurezza avanzate dai cittadini».