Città Ancora mistero sulla morte di Carlo: si cercano testimoniCittà | Città

Ancora mistero
sulla morte di Carlo:
si cercano testimoni

Carlo Ferrari è stato trovato morto sabato sera
Carlo Ferrari è stato trovato morto sabato sera
M.TR.09.07.2018

Com’è morto Carlo Ferrari? È questo l’interrogativo a cui si sta cercando di trovare risposta da sabato, quando il suo corpo è stato ritrovato senza vita in un fossato lungo la strada che porta da Avesa verso La Cola e Montecchio.

Gli agenti della polizia municipale, coordinati dal comandante Luigi Altamura, al momento non possono escludere alcuna pista. Non ci sono elementi, per ora, che possano far pensare a un’auto pirata che abbia investito il giovane ciclista, ma questa eventualità va comunque tenuta in considerazione.

Il padre, Giovanni Ferrari, ha ricordato che in passato Carlo aveva sofferto di aritmia, un disturbo del ritmo cardiaco o della frequenza cardiaca, che porta il cuore a battere troppo velocemente, troppo lentamente o comunque in modo irregolare. Se però venisse esclusa l’ipotesi del malore (nei prossimi giorni l'autospia), ogni indizio utile per ricostruire gli ultimi istanti di vita del ciclista diventerebbe prezioso. Ecco perché la polizia municipale lancia un appello a chiunque sia passato sulla strada per Montecchio dalle 8 di sabato in poi e abbia notato qualsiasi cosa (se, ad esempio, ha intercettato Carlo lungo il percorso, o se ha visto animali passare o auto sospette per qualsiasi ragione). Il comandante Altamura, inoltre, invita i residenti della zona, tra Costagrande e il punto dov’è stato trovato il corpo del trentaduenne, dotati di sistema privato di videosorveglianza a farsi avanti e verificare se le telecamere possano aver ripreso il ciclista prima della caduta, in modo da ricostruire gli ultimi momenti.

Chi fosse in possesso di informazioni per ricostruire quanto avvenuto, può contattare l’indirizzo email infortunistica@comune.verona.it o il numero unico del Comando della polizia municipale 045.8078828.

CORRELATI