Anche Veronafiere
prende le distanze
dal post di Di Dio

Vittorio Di Dio
Vittorio Di Dio
12.02.2019

Dopo le frasi postate su Facebook sul candidato numero 1 al Papà del Gnoco Sebastiano «Fox» Ridolfi («Verona incorona Franz Gambale 489° Sire del Carnevale. Il 1° gay pride "mascherato" può aspettare....») e la condanna di queste frasi da parte del Comitato del Bacanal, anche Veronafiere prende le distanze da Vittorio Di Dio, responsabile delle relazioni esterne dell'ente stesso.

 

«In riferimento alle dichiarazioni rese pubbliche attraverso il suo profilo social personale dal sig. Vittorio Di Dio, dirigente di Veronafiere, sull'esito delle elezioni della maschera storica del Carnevale veronese, la Fiera di Verona», si legge in una nota, «sottolinea che esse non esprimono in alcun modo la posizione e il pensiero della società».