Addio a Tommaso
morto cinque giorni
dopo l'incidente

Tommaso durante una giornata al mare
Tommaso durante una giornata al mare
14.03.2018

«Tommaso era generosissimo, aveva un cuore grande, si faceva in quattro per tutti. Avrebbe voluto così». Dopo la tragedia, un’unica consolazione: «Continuerà a vivere dentro a tante persone, ecco, almeno quello sì, servirà a toglierci un po’ di angoscia».

 

A parlare è la sorella di Tommaso Donisi, il giovane «porta pizza» di 28 anni che giovedì scorso è stato vittima di un incidente alle Golosine mentre in motorino stava andando a fare una consegna a domicilio. Ricoverato in gravi condizioni al Confortini, non ha mai aperto gli occhi. «I medici ci avevano detto da subito», confida Elena, «che la situazione era drammatica, che non ce l’avrebbe fatta. Forse Tommaso ha voluto tenere duro questi cinque giorni proprio per aiutarci a lasciarlo andare e a prendere la grande decisione».

 

La grande decisione è la donazione dei suoi organi: ieri nel primo pomeriggio davanti ai genitori e ad Elena, l’equipe medica ha dichiarato il suo decesso, facendo partire le sei ore di osservazione dopo le quali è possibile procedere con l’espianto. 

 

Un altro scontro simile che ha visto coinvolto anche un giovane fattorino è avvenuto anche l'altra sera in via Montorio. Due i motociclisti che si sono scontrati e uno, un 21enne, si trova ora in prognosi riservata.

CORRELATI
Primo Piano
La prima della «Carmen» (Brenzoni)
 
Arena, presenti due ministri e il presidente del Senato

La «nuova» Carmen
tra vip e istituzioni
Ecco le prime foto

Condividi la Notizia
 
IMPRESA DELL'ITALIANO NEI 100

Tortu sotto i 10''
strappa il record
a Mennea

Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia
 
Il sindaco: «Offriamo l'Arena»

Alpini, Verona si candida
per l'Adunata del 2020

Condividi la Notizia