Teste staccate
e braccia mozzate:
il presepio in pezzi

Il presepe danneggiato (Dienne)
Il presepe danneggiato (Dienne)
Paola Bosaro 15.12.2018

Danni e scompiglio nel presepe artigianale della parrocchia di Coriano di Albaredo. Ieri, il parroco don Floriano Panato ha denunciato ai carabinieri di Ronco lo scempio compiuto da ignoti, nella notte di venerdì, nel cortile della canonica della chiesa dei santi Filippo e Giacomo.

Dopo il fatto accaduto giovedì a Ca’ di David, capita un altro episodio di vandalismo nel veronese, ai danni di una Natività allestita grazie ad un gruppo di volontari.

Figure ribaltate, con le braccia mozzate, teste staccate o girate. Al personaggio che portava con sé un fiasco di vino, è stato tolto il recipiente e gli è stato rovesciato il vino sulla testa. La culla del Bambin Gesù è stata capovolta e il meccanismo che faceva azionare la pompa dell’acqua è stato rotto. Ad una statua è stato messo un secchio in testa. Alcuni testimoni hanno inoltre raccontato di aver sentito dei motorini allontanarsi dal luogo.

CORRELATI