Incendio a Oppeano nube nera e paura «Ignote le cause»

Incendio a Oppeano
Incendio a Oppeano
14.05.2018

Un'altissima colonna di fumo visibile a decine di chilometri di distanza: attorno alle 14.30, per cause in corso di accertamento, è scoppiato un incendio al colorificio Feroni di via Quaiotto, a Oppeano.

 

Sul posto sono intervenuti in forze i vigili del fuoco, che stanno cercando di domare l'imponente rogo che ha colpito l'azienda che si stende per una superficie di 2.000 metri quadrati. Con loro anche Arpav, ambulanze del 118 e carabinieri. Al momento non si registrano feriti. La nube è visibile anche dalla Lessinia. 

 

I sindaci di Isola Rizza, Oppeano, Roverchiara e Ronco all'Adige hanno firmato un'ordinanza nella quale si consiglia, in via precauzionale e fin che non si avranno ulteriori informazioni sulla natura dell'incendio, di tenere porte e finestre chiuse, di non raccogliere verdure dagli orti e di tenere spenti i condizionatori d'aria. 

 

I vigili del fuoco hanno inviato squadre da Verona e Rovigo con nove mezzi antincendio pesanti, tra cui quattro autopompe serbatoio, tre autobotti, un’autoscala e il carro Nbcr (Nucleare Biologico Chimico Radiologico) e 30 operatori. I pompieri sono riusciti a contenere l’incendio al solo reparto magazzino di circa 700 mq, evitando l’estensione alla parte produttiva e ai depositi di materia prima per la lavorazione.

 

E' ancora in corso lo spegnimento dei vari focolai. Le operazioni dei vigili del fuoco proseguiranno presumibilmente fino a notte. Non sono al momento note le cause del rogo.

 

IL VIDEO DELL'INCENDIO (DIENNE)

 

IL VIDEO DEI VIGILI DEL FUOCO

 

 

 

CORRELATI