Il paese si anima col gruppo «Butei» a sostegno dell’asilo

Il cabarettista «El Bifido»
Il cabarettista «El Bifido»
E.P. 06.07.2018

Due serate di musica e di festa, nel segno del divertimento e dell’aggregazione. Ma anche della solidarietà visto che il ricavato della manifestazione andrà a sostegno dei lavori di ristrutturazione delle cucine della scuola d’infanzia. È quanto avverrà stasera, a partire dalle 19, e domani, con lo stesso orario, sull’area parcheggio del Polo unico scolastico di Terrazzo, dove cinque giovani del paese, tutti tra i 30 ed i 35 anni, riuniti sotto il nome di «Gruppo Butei», daranno il via alla prima edizione di «Baracca Veneta»: due sere che, come sottolinea il nome scelto per la kermesse, vedranno protagonisti band e artisti di cabaret, tutti veneti. Il cartellone ideato dagli intraprendenti ragazzi - Enrico Visentin, Riccardo Pasqualini, Matteo Galetto, Davide Maron e Stefano Creston – si aprirà appunto oggi con «Aperitivo Veneto». Alle 21, si potrà ascoltare il gruppo «Nik Jekelson Live». Domani, tornerà ancora l'«Aperitivo Veneto», mentre alle 21.30 la scena sarà per il cabaret con «Il Bifido». La serata si chiuderà sui ritmi anni '80 e '90. Nel corso di entrambi gli appuntamenti di «Baracca Veneta» sarà allestita anche un’area chioschi dove si potranno gustare specialità street food. «A spingerci ad organizzare questo evento», spiega Enrico Visentin, «è stato il desiderio di fare qualcosa di concreto per animare il nostro paese, tenendo conto sia delle esigenze dei giovani sia di quelle delle famiglie. Siamo partiti autofinanziandoci, ma con il sostegno di alcuni sponsor e l’aiuto dei volontari della Pro loco, dell’associazione nazionale carabinieri di Castagnaro e Villa Bartolomea, che si occuperà della sicurezza, e dell’ufficio tecnico comunale dell’Unione Adige Guà che ci ha supportato nell’iter burocratico, siamo riusciti a far decollare una proposta nuova che ci auguriamo di poter ripetere anche il prossimo anno». •