Est
Vai a
Vai a

«Ho sbagliato: intitolate
il Premio a mio padre Giulio»

Il sindaco Alessandro BragaEnrico NascimbeniGiulio Nascimbeni: morì nel 2008 all’età di 84 anni
Il sindaco Alessandro BragaEnrico NascimbeniGiulio Nascimbeni: morì nel 2008 all’età di 84 anni (BATCH)
13.09.2017

Non c’era occasione migliore: Enrico Nascimbeni, giornalista e scrittore nel suo paese natale, a Sanguinetto, per presentare il suo libro Ho scelto di sbagliare. Seduto accanto a lui, nel teatro del paese dentro al castello, il giovane sindaco Alessandro Braga.

A fine serata, dopo la presentazione che ha avuto momenti anche molto commoventi, dove si è visto un insolito Nascimbeni incalzato da Alessandra Vaccari, giornalista dell’Arena, mettersi a nudo come non mai, l’annuncio inaspettato. «Come dice il titolo del mio libro, in passato ho scelto di sbagliare, e prima di venire qui da voi stasera, ho pensato molto alla vicenda del Premio Castello che era intitolato a mio padre e dal quale io, per incomprensioni, ho voluto che ne venisse tolto il nome. Mi sono chiesto a lungo se mio padre avrebbe approvato questa mia scelta e la risposta che mi sono dato alla fine è stata che non l’avrebbe fatto», ha detto Nascimbeni giocherellando nervosamente con un pacchetto di sigarette.

Poi, rivolto al sindaco Braga: «Per questo io vi chiedo, se ancora fosse possibile, di ripristinare il premio Castello intitolandolo ancora a mio padre Giulio Nascimbeni».

Silenzio in sala, quindi un applauso liberatorio.

«Sarà un onore per noi tutti, per il paese e per l’amministrazione provvedere al più presto affinché il premio Castello ritorni intitolato a Giulio Nascimbeni. Per l’edizione di quest’anno non facciamo in tempo, ma per la prossima sicuramente sì», ha detto il sindaco Braga.

Il premio Castello di Sanguinetto, il concorso nazionale più importante di narrativa per ragazzi, giunto nel 2015 alla 65a edizione, non era più stato intitolato a Giulio Nascimbeni per volontà del figlio Enrico che aveva fatto non poche polemiche con botte risposte anche mediatiche. Ora pace è fatta. E il grande giornalista e scrittore Giulio Nascimbeni torna ad avere il suo premio, nel suo paese.

Condividi la notizia