Donna scomparsa,
stop dopo 5 giorni
alle ricerche in Adige

Un momento delle ricerche (foto Bosaro)
Un momento delle ricerche (foto Bosaro)
 
Stefano Nicoli 04.09.2018

I sommozzatori dei vigili del fuoco di Firenze hanno scandagliato per ore, con uno speciale scanner, il fondale dell’Adige, dal ponte di Albaredo fino ai confini con il Rodigino.

Ma anche l’ennesimo tentativo messo in atto per cercare di rintracciare L.T., la commessa 39enne allontanatasi dalla sua abitazione di Ronco la sera del 26 agosto e sparita poi improvvisamente gettando nella disperazione i suoi cari, ha dato esito negativo.

Sono state così momentaneamente sospese le ricerche, che per cinque giorni hanno impegnato decine di persone, tra squadre di pompieri, carabinieri, polizia locale, protezione civile e altri gruppi di volontari, lungo le rive, in golena e nelle acque del fiume. La donna sembra essersi volatilizzata nel nulla anche se molti indizi inducono gli inquirenti a ritenere che possa aver compiuto un gesto estremo. 

La 39enne ha lasciato infatti il telefonino silenziato chiuso nel cruscotto dell’utilitaria parcheggiata vicino al ponte di Albaredo, con le chiavi, i documenti e il portafoglio.

CORRELATI
Primo Piano
 
Condividi la Notizia
 
Iniziativa del Gruppo Athesis

V.V.B. Il vostro cuore per aiutare chi soffre

Condividi la Notizia
 
A Verona il premio nobel per la Fisica, Steven Chu

«Abbassare le emissioni per evitare
vittime di cambiamenti climatici»

Condividi la Notizia