«Conosceva bene queste strade»
Incredulità per la morte di Diego

L'incidente dove ha perso la vita Diego Faustini
L'incidente dove ha perso la vita Diego Faustini
Francesco Scuderi06.08.2018

«Diego era un ragazzo d’oro, pensava sempre al lavoro e il fine settimana lo dedicava agli amici, un giovane di buona famiglia sorridente e serio». A dirlo è Sebastiano Gobbi, da 23 anni gestore del Bar Roma in centro ad Isola Rizza, dove Diego Faustini, il trentunenne morto ieri finendo con il suo scooter contro un palo ad Oppeano, era solito recarsi durante la settimana per un caffè. Gobbi lo ha visto crescere. «Erano spesso qui da me lui e i suoi amici, aveva una passione per le Vespe, questa cosa è incredibile», ricorda il barista. La notizia della tragedia è arrivata in paese poche ore dopo il tragico schianto.

 

«Queste strade la conosceva come le sue tasche», osserva Gobbi, «non mi spiego come sia stato possibile tutto questo». La storica compagnia di amici ieri poco dopo mezzogiorno era seduta ai tavolini di una gelateria del centro di Isola Rizza. In silenzio, occhi bassi, nessuna voglia di parlare. Evidentemente è ancora troppo grande il dolore per la scomparsa del caro amico. La famiglia Faustini è molto nota e apprezzata in paese dove ha un calzaturificio in cui lavorava anche il figlio. Il giovane lascia la mamma Lorella, il papà Patrizio e la sorella più giovane Ilaria.