Perquisisce l'alunno
per furto in classe
Maestra indagata

Una classe elementare
Una classe elementare
15.02.2019

Nei guai una maestra, in una scuola elementare dell'Alta Padovana, per aver perquisito un alunno ritenendolo responsabile di un furto.

 

Il fatto, come racconta l'Ansa, si è svolto a gennaio. Dall'aula di una classe quinta è sparita una fustellatrice. La donna, padovana, 40 anni, era convinta che l'avesse presa un alunno straniero, di 10 anni, e quindi lo ha portato fuori, in corridoio, e lo ha perquisito, mettendogli le mani nelle tasche del giubbino e dei pantaloni, e lo ha costretto ad aprire la cartella, e solo dopo, essendo chiaro che l'oggetto non c'era, ha lasciato andare il ragazzino. Il quale ha raccontato tutto ai genitori, sconvolto da quanto accaduto a scuola. 

 

La famiglia ha quindi fatto una segnalazione alla scuola e poi in Procura, dove il pubblico ministero Sergio Dini ha aperto un fascicolo. La maestra è stata denunciata e i carabinieri stanno facendo accertamenti. Sono già stati sentiti insegnanti, genitori e bambini della classe alla presenza di alcune psicologhe, anche per capire se ci siano stati altri casi analoghi in passato.