Trofeo Zenato,
trionfo di Iasci
a Peschiera

I premiati del trofeo Zenato
I premiati del trofeo Zenato
Sandro Benedetti10.09.2018

Straordinaria giornata di golf quella di ieri a Peschiera. Al golf club Paradiso del Garda andava in scena, probabilmente, il torneo più atteso della stagione golfistica veronese, certamente il più prestigioso dell'ampio programma del circolo aricilense.

Il X trofeo Lugana riserva Zenato ha visto ai nastri di partenza ben 180 giocatori. E la bella e calda giornata di sole ha dato il benvenuto sulle 18 buche del Paradiso, campo sempre da decifrare, magari poco adatto a chi predilige il gioco lungo, ma che mette alla prova e regala soddisfazioni a chi sa farsi valere con i ferri e negli approcci e nel putt. Giornata da incorniciare nella prima categoria per Claudio Iasci. Il ragazzo bolzanino, tesserato per Terre dei Consoli, ma presenza costante al circolo gardesano fa uscire dal cilindro uno di quei giri che si ricordano per un pezzo. Lo score alla fine dice 41 punti stableford e un +6 che testimonia la bravura di Iasci.

Un successo che conforta e che ribadisce il netto miglioramento registrato in questa stagione dal giocatore bolzanino.

 

In Seconda categoria fanno festa i giocatori di casa. Fa sua gara e classifica Alessandro Sartori, tesserato per il golf club Peschiera che dopo una lotta estenuante vince il derby "gardesano" con Guido Consolini, anch'egli in forza a Peschiera.

Altro derby in Terza, ma questa volta con protagonisti due giocatori "foresti". Sono infatti Giuseppe Faggin e Lanfranco Lionello a giocarsi la vittoria sino all'ultimo putt che alla fine premia Faggin, tesserato per i trevigiani di Ca' Àmata cosi come Lionello.

Nel lordo tornano a sorridere, invece, i giocatori di casa grazie al giro tutta sostanza di Massimo Nobis e anche la classifica seniores premia Stefano Ferronato, portacolori di Peschiera. Parla straniero, invece, la classifica riservata alle lady con il successo che sorride alla tedesca Helena Pitter.

 

"Bellissima gara - commenta l'instancabile direttore del circolo Massimiliano Bisogni - voglio ringraziare tutta la famiglia Zenato e la grande famiglia del golf club Paradiso. Sono stati unici". "E' stata una giornata importante – ribadisce Nadia Zenato - perche' celebrava la decima edizione di un’iniziativa nata in ricordo di nostro padre Sergio e che voleva celebrare nello stesso tempo l’indissolubile legame che lega la nostra famiglia al territorio del Lugana, per il quale da oltre 50 anni siamo ambasciatori in Italia e nel mondo, diffondendo le peculiarità che caratterizzano questo straordinario vitigno".