Est
Vai a
Vai a

Samp-Chievo 4-1
Doppietta di Torreira
con l'ok del Var

Sampdoria -Chievo
Sampdoria -Chievo
29.10.2017

La Sampdoria ha centrato la quinta vittoria consecutiva in campionato (in altrettante gare giocate) davanti al proprio pubblico. Al «Luigi Ferraris» oggi i blucerchiati hanno battuto per 4-1 il Chievo, al termine di una sfida quanto mai intensa e vibrante. In rete, nei primi 45 minuti, Linetty, Torreira e Zapata per i liguri e Cacciatore, che aveva firmato il momentaneo uno pari per i clivensi. Nella ripresa il definitivo poker dei padroni di casa con la seconda meraviglia (prima gol e prima doppietta) di Torreira. Si è confermata, dunque, al sesto posto in classifica, a quota 20, la cinica Samp (che deve recuperare la gara interna contro la Roma); fermi a 15 punti invece i veneti, che non hanno comunque demeritato, costruendo tantissime azioni pericolose. Al Chievo è mancata qualche cosa in fase realizzativa; in più Dainelli e compagni hanno sbattuto più volte contro il ritrovato Viviano.

 

Nei padroni di casa, privi soltanto dell’indisponibile Andersen, Marco Giampaolo ha puntato sul consolidato modulo 4-3-1-2, schierando dal minuto Sala, Silvestre, Ferrari e Strinic a protezione di Viviano; Praet, Torreira e Linetty lungo la linea mediana; con Caprari a sostegno del duo offensivo, composto da Quagliarella e Zapata. Schema di gioco speculare gli ospiti, orfani dello squalificato Hetemaj e dell’infortunato Stepinski. In avvio di gara Rolando Maran ha mandato in campo Cacciatore, Dainelli, Tomovic e Gobbi, posizionati davanti a Sorrentino; Castro, Radovanovic e Bastien, a presidio del centrocampo; con Birsa a supporto del tandem d’attacco formato da Meggiorini e Inglese.

 

LA PARTITA. Bella la partenza del Chievo. Al 13’ Meggiorini, servito da Birsa, ha calciato bene di sinistro ma ha sfiorato il palo alla destra di Viviano. Tre minuti più tardi lo stesso attaccante dei veneti è andato via sulla destra e ha al centro: sul pallone si è catapultato Bastien che, in scivolata, ha sfiorato di mancato di pochissimo il bersaglio. Come spesso succede nel calcio, superata la fase iniziale indenne, la Sampdoria ha sbloccato il risultato. Al 20’, Quagliarella si è girato bene in area, il suo tiro è stato rimpallato e Linetty è stato il più lesto di tutti a intercettare la sfera e a scaglarla in rete con un mancino violento. Il Chievo ha risposto prontamente: al 23’ Birsa ha fallito il pareggio da due passi con un colpo di testa poco preciso; un minuto dopo, su angolo battuto dallo steso Birsa, Cacciatore ha svettato più alto di tutti e ha realizzato il gol dell’1-1 con un bel colpo di testa.

 

La scoppiettante gara di Genova è esplosa al 26’ con una perla firmata da Torreira. Il centrocampista doriano ha calciato magistralmente una punizione dai trenta metri circa, trafiggendo Sorrentino con un esterno destro di rara precisione e potenza. Le emozioni però non sono terminate qui. Al 28’ Viviano ha negato il 2-2 a Meggiorini; al 31 Linetty ha sfiorato la terza rete doriana. Al 39’ ancora il portiere dei liguri protagonista, con un bell’intervento su girata pericolosa di Inglese. Allo scadere della prima frazione il colpo del 3-1, con una grande ripartenza: palla da Caprari a Quagliarella, che è andato via sulla destra e ha servito un assist al bacio per il facile tap-in mancino di Zapata.Nella ripresa il Chievo ha continuato ad attaccare a testa passa, rendendosi però poche volte pericoloso. I padroni di casa, invece, in contropiede, hanno più volte impensierito Sorrentino. Il portiere dei clivensi si è opposto bene prima su Caprari (al 3’) e poi sul neoentrato Ramirez (al 19’), prima di capitolare al 40’ sulla seconda magia di Torreira, in gol (4-1) con un destro al volo da fuori area. Festa per i blucerchiati; un pò di nervosismo in casa dei veneti, con Maran allontanato dal campo a metà della seconda frazione.

 

U.C. Sampdoria: Viviano, Sala, Silvestre, Ferrari, Strinic, Linetty, Torreira, Praet, Caprari, Quagliarella, Zapata. A disposizione: Puggioni, Tozzo, Dodò, Regini, Bereszynski, Murru, Barreto, Alvarez, Verre, Capezzi, Ramirez, Kownacki.

Allenatore: Marco Giampaolo.

 

A.C. ChievoVerona: Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Tomovic, Gobbi; Castro, Radovanovic, Bastien; Birsa; Meggiorini, Inglese. A disposizione: Seculin, Confente, Cesar, Gamberini, Bani, Depaoli, Jaroszynski, Rigoni, Gaudino, Garritano, Pucciarelli, Pellissier.

Allenatore: Rolando Maran.

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma.

CORRELATI
Condividi la notizia