Est
Vai a
Vai a

Pecchia:«Brutta
prestazione,
la colpa è mia»

Fabio Pecchia
Fabio Pecchia (COZZOLINOG)
10.09.2017

«È stata una brutta prestazione, il risultato è molto pesante. Abbiamo affrontato una buona Fiorentina, una grande Fiorentina, noi abbiamo fatto troppo poco e me ne assumo la responsabilità senza entrare nei dettagli per questa bruttissima prestazione. È stata una brutta giornata, ora rimbocchiamoci le maniche pensando che non si possono fare partite così». Fabio Pecchia non cerca scuse dopo il clamoroso 0-5 del Bentegodi contro la Fiorentina.

 

«I cori? Ero concentrato sulla gara, se ci fossero stati cori li prendo come stimolo per quello che sono, fa parte del nostro mestiere, dell’ambiente in cui viviamo - aggiunge il tecnico dell’Hellas ai microfoni di Premium Sport -. Dispiace, i tifosi volevano vedere una nostra prestazione, questa disapprovazione deve essere uno stimolo per offrire gare diverse». Il precampionato, con il caso Cassano in primis, «è stato molto particolare ma ormai è alle spalle, i punti scorrono, l’ambiente è esigente e quello che è successo non ci riguarda più. Qualcosa abbiamo perso per strada, conosco i miei giocatori e so che le loro potenzialità sono ben altre», aggiunge Pecchia, a cui piacerebbe «avere la bacchetta magica e fare sparire questo 5-0, che può lasciare delle scorie in una squadra giovane con tanti esordienti in A. La utilizzerei per questo, affrontando la settimana con il giusto entusiasmo perché la mia squadra ha bisogno di entusiasmo. Kean? Lavoro con lui da una settimana e non vedo questo tipo di problematiche, non so cosa sia successo con l’Under 19, a noi può dare una mano, è giovane, il mio obiettivo è inserirlo e tirar fuori le sue qualità. Tutto quello che si dice in giro conta fino a un certo punto».

CORRELATI
Condividi la notizia