Di nuovo Milan
«Abbiamo bisogno
di città e tifosi»

Pecchia a Milano
Pecchia a Milano
16.12.2017

Pecchia punta sul sostegno del pubblico, sul calore di un Bentegodi che fin qui non ha avuto grandi gioie in questa stagione. «Dispiace aver raccolto pochi punti in casa, anche se avremmo meritato di più perchè la prestazione c’è sempre stata - spiega il tecnico gialloblù -. Abbiamo bisogno della città e dei tifosi. Se noi sapremo offrire una prestazione di valore sono convinto che lo stadio saprà sostenerci e darci una grossa mano».

«Sarebbe bello confermare quanto successo in passato nella storia di questa partita». Del resto si sa, il Milan soffre la «fatal- Verona» e Fabio Pecchia si augura che domani al Bentegodi la tradizione venga rinnovata. Tre giorni fa a San Siro i rossoneri ne fecero tre all’Hellas, ma la Coppa Italia è tutta un’altra cosa e i gialloblù adesso devono pensare a fare punti salvezza. «In questi giorni abbiamo potuto lavorare su quanto è emerso dalla gara di Milano, sappiamo che quando si gioca contro squadre di un certo valore bisogna mantenere l’atteggiamento e la concentrazione per tutta la gara. Loro hanno grande qualità, ma noi dovremo cercare di lavorare sul ritmo sia in fase offensiva che difensiva», ha spiegato Pecchia che deve fare i conti con le assenze, ma può sorridere per qualche giocatore che sta rientrando in condizione.

«Purtroppo Fares non sarà della partita, ma in quella posizione abbiamo alternative, dovrò valutare la condizione di alcuni giocatori anche considerando la gara di mercoledì. Bessa? L’anno scorso è stato determinante, quest’anno è partito bene ma l’infortunio non gli ha permesso di lavorare con continuità. Ora sta crescendo, anche se noi ci aspettiamo sempre qualcosa in più, da lui così come da tutti gli altri. Pazzini? Veniva da giorni in cui ha lavorato poco con la squadra, ho fatto altre scelte per la gara di Coppa. È una questione di tempo per lui, in questi giorni ha lavorato bene, lo vedo molto meglio anche dal punto di vista fisico».