Etica e sport
SuperFede
premia i ragazzi

Federica Pellegrini (Marchiori)
Federica Pellegrini (Marchiori)
 
16.01.2019

La campionessa di nuoto Federica Pellegrini ha premiato oggi al Teatro Stimate di Verona i vincitori del concorso «Disegna a fumetti la Carta Etica dello sport Veneto», rivolto alle scuole di primo e secondo grado della regione.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato oltre 400 studenti del Veneto. Lanciato a giugno da Regione Veneto, in collaborazione con Miur e Unpli Veneto, il concorso intende sottolineare i valori del documento, frutto della Legge Regionale del 2015 riguardante le disposizioni generali in materia di attività motoria e sportiva, basato sui principi di solidarietà, rispetto, inclusione e lealtà. Sono state 63 le scuole delle sette province venete che hanno inviato elaborati, per un totale di 140 progetti pervenuti, vagliati dalla commissione valutatrice. «L’accoglienza e la partecipazione che i ragazzi hanno riservato a questo concorso - ha detto Federica Pellegrini - è importantissima perchè la Carta Etica dello sport ha un valore fondamentale, poichè parla di etica, rispetto delle regole, appartenenza. Valori che da sempre mi guidano e i ragazzi hanno interpretato magnificamente».

Nell'occasione SuperFede ha ribadito che dopo Tokyo 2020 si ritirerà: «E poi vediamo cosa farò...».

 

L’assessore regionale allo Sport, Cristiano Corazzari, ha sottolineato come «la Carta Etica sia nata per ricordare quali sono i veri valori sportivi: etica, lealtà, rispetto anzitutto. Valori fondanti non solo in ambito sportivo ma in ogni aspetto della vita lavorativa e sociale. Un documento importante, tanto che come Regione Veneto abbiamo inserito una nuova norma che prevede che chi richiede fondi per promuovere le attività sportive deve aver sottoscritto la Carta».

 

 

CORRELATI