D'Amico: «Colpa
mia e del mister
Ma combattiamo»

Tony D'Amico (Fotoexpress)
Tony D'Amico (Fotoexpress)
10.02.2019

Dopo il pareggio contro il Crotone, non si è presentato in sala stampa mister Grosso, ma il ds Tony D'Amico

«Alla squadra non posso dire nulla», ha detto, «Si subiscono due tiri in porta e si prende gol, tu ne fai 15 e la palla entra una sola volta. E nel primo tempo abbiamo sbagliato due reti davanti alla porta». 

Su Grosso nessuna decisione per ora: «Con il presidente parleremo domani, stasera abbiamo parlato della partita, dobbiamo ancora confrontarci. Io e Grosso comunque siamo sempre sotto osservazione e le colpe sono nostre».

Ma, dice, il Verona continuerà a lottare «contro tutto e tutti, fino alla fine».

Infine il commento sugli striscioni in Sud che lo contestavano per essere salito a parlare su un pullman di tifosi: «Sono salito sul pullman di un club, di gente che paga, e sono stato contestato per quello. Noi accettiamo tutte le critiche, ma quelle corrette e oneste».

 

 

CORRELATI