Cittadella Hellas
a San Massimo,
trattative al via

Forte Rudolf dove potrebbe sorgere l'impianto
Forte Rudolf dove potrebbe sorgere l'impianto
Enrico Giardini 22.12.2017

Il centro sportivo dell’Hellas Verona, con vari campi da calcio, edifici di servizio, foresteria e tribune. Un club sportivo a uso pubblico, con campi da calcio, da tennis, per il basket e la pallavolo, più tra l’altro un edificio Club House con Spa e ristorante.

E poi restauro di Forte Lugagnano e insediamento di un museo e di varie attività culturali per la città.

È il maxiprogetto, in tre blocchi, del Centro Sportivo Hellas Verona Football club, per l’area del Forte Lugagnano, a San Massimo, del Comune. Un progetto proposto tre anni fa all’Amministrazione comunale Tosi dalla società calcistica presieduta dall’imprenditore Maurizio Setti, in Serie A, che l’Amministrazione Sboarina intende riconsiderare.

Come? Aprendo da gennaio un tavolo di lavoro «per valutarne la fattibilità», dice Filippo Rando, assessore allo sport, presente Francesco Barresi, direttore operativo dell’Hellas Verona.