Est
Vai a
Vai a

Un buon Chievo
crolla nella ripresa
e la Juve stravince

Il vantaggio bianconero (Fotoexpress)
Il vantaggio bianconero (Fotoexpress)
09.09.2017

Il Chievo fa un ottimo primo tempo (dove però va sotto per un autogol), ma crolla nella ripresa con la Juventus.

 

Probabilmente solo attraverso un’autorete (minuto 17’: punizione di Pjanic e deviazione aerea maldestra di Hetemaj) la Juventus poteva schiodare una partita grigia come il cielo che l’ha accompagnata dallo zero a zero. A dispetto del 4-3-3, dell’inserimento di Douglas Costa nella linea offensiva assieme a Higuain e Mandzukic, del centrocampo avvitato su Pjanic con Matuidi e Sturaro a lavorare sporco, poco o nulla di ciò che avrebbe voluto vedere Allegri si è notato.

Anche perché il Chievo non è rimasto a guardare, ha provato a rimontare, c’è andato molto vicino in una circostanza (26’: punizione di Radovanovic, respinta di Szczesny e intervento liberatorio di Benatia), ha mantenuto in pressione e apprensione la retroguardia bianconera.

 

L’inserimento di Dybala (con il ritorno al 4-2-3-1) a inizio della ripresa ha garantito più qualità e imprevedibilità alla manovra, non a caso cinque minuti dopo l’ingresso in campo dell’argentino c’è stato il raddoppio bellissimo di Higuain (combinazione con La Joya e Pjanic) che ha messo la Juventus al riparo da brutte sorprese.

Se il secondo tempo della Juventus è stato più che accettabile  è solo merito di Dybala: compreso il gol (38’), quinto in campionato, sette con la finale di Supercoppa, che ha fatto calare il sipario.

 

Le formazioni

 

Juventus F.C.: Szczesny, Lichtsteiner, Benatia, Rugani, Asamoah, Sturaro (76' Bernardeschi), Pjanic, Matuidi, Douglas Costa (55' Dybala), Mandzukic (80' Betancur), Higuain.

A disposizione: Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, Barzagli, Howedes, Caligara, Cuadrado, Bentancur.

Allenatore: Massimiliano Allegri.

 

A.C. ChievoVerona: Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj (67' Rigoni); Birsa; Pucciarelli (64' Pellissier), Inglese (75' Leris).

A disposizione: Seculin, Pavoni, Cesar, Bani, Jaroszynski, Tomovic, Depaoli, Garritano,  Stepinski.

Allenatore: Rolando Maran.

 

Arbitro: Sig. Michael Fabbri di Ravenna.

CORRELATI
Condividi la notizia