«Inglese, Napoli
a gennaio»
C'è Giaccherini?

Emanuele Giaccherini e Roberto Inglese
Emanuele Giaccherini e Roberto Inglese
Alessandro De Pietro 15.12.2017

«A gennaio arriva Inglese». Aurelio De Laurentiis ha parlato chiaro, deciso a prendersi con sei mesi d’anticipo rispetto all’accordo scritto ad agosto il gioiello del Chievo.

Il Napoli vuole l’attaccante di peso che adesso non ha e che è già suo, ora in prestito a Veronello fino a giugno. Ma lo scenario adesso è un altro. Quello anche più prevedibile. De Laurentiis vuol far valere la promessa strappata a Luca Campedelli, quella di una certa libertà nel controllo di Inglese in caso di necessità o imprevisto improvviso.

Un’appendice provvidenziale per il Napoli, considerato l’infortunio serio di Milik nella gara di Ferrara con la Spal dello scorso 23 settembre.

 

CONTROPARTITA PRONTA. Prima va quantificata l’eventuale cifra da richiedere per quella che in fondo è una concessione bella e buona, visto che il contratto parla di una partenza solo a fine campionato quando sarà concluso il canonico anno di prestito. Difficile da valutare il totale. Facile che nel paniere finisca però soprattutto uno dei giocatori in esubero al Napoli. Quindi Emanuele Giaccherini. Perennemente in panchina con Sarri a parte gli spezzoni con Verona, Benevento, Genoa e Sassuolo, senza mai giocare un minuto nemmeno in Champions League. Giaccherini, appena un anno e mezzo fa protagonista con l’Italia di Conte agli Europei di Francia, non vede l’ora di rimettersi in moto. 32 anni, ha voglia di tornare protagonista.